Style

Vegan Fashion Week a Los Angeles

18.01.2019

È finalmente arrivato il momento, dopo l’affermazione di marchi di moda trendy ma anche etici, ecco l’idea di far sfilare i migliori su una passerella internazionale per presentare le prossime collezioni all’interno di uno show sbalorditivo. Scoprite cosa aspettarvi dalla Los Angeles Vegan Fashion Week 2019.

Quando, cosa, dove

Durante quattro giorni a partire dal 1° febbraio, il debutto di questo evento si terrà al Natural History Museum di Los Angeles e sarà incentrato sul tema ‘Affrontare il nostro tempo’, una discussione su come il cambiamento climatico sta avendo un effetto sulle nostre vite da un punto di vista scientifico, artistico e, naturalmente, naturale.
Durante la serata inaugurale si assisterà al discorso del climatologo e premio Nobel per la pace Robert Lempert, oltre che alla prima sfilata vegana in programma.

Non solo…

Non solo moda, le porte si aprono a un intero mondo vegano e i visitatori avranno la possibilità di esplorare il California Market Center, dove sfileranno in passerella capi animal -free e dove si troverà la vegan lounge dedicata dove entrare in contatto con la moda etica, cibo e beauty.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Emmanuelle Rienda (@veganfashionstylist) on

Un’idea di…

La stilista francese Emmanuelle Rienda ha iniziato a collaborare con PETA e Fashion Revolution nel 2018 quando si è tenuta la prima edizione delle conferenze Future of Fashion incentrate su argomenti come la moda intelligente ed etica.

‘Voglio accendere conversazioni e dibattiti all’interno del settore attraverso l’educazione evidenziando le connessioni tra i nostri valori più importanti; il nostro rispetto per la vita umana, i diritti degli animali e l’ambiente’ – Emmanuelle Rienda.

Attivismo

Come avrete intuito, la moda vegana vuole anche diffondere i suoi valori e cambiare il mondo in cui viviamo. Una raccolta fondi privata chiuderà la Los Angeles Vegan Fashion Week per sostenere l’emergere di alternative cruelty-free e il desiderio di Rienda di aprire un santuario per gli animali direttamente colpiti dall’industria della moda.

Brand in mostra

Anche se la line-up ufficiale verrà annunciata il 21 gennaio, alcuni dei nomi che verranno presentati alla Losa Angeles Vegan Fashion Week sono già stati resi noti. Eccone un assaggio:

Enda

Fondata a New York nel 2015 dalla stilista giapponese Ran Enda che ha sviluppato la sua propria visione del veganismo. La sua estetica espressa con tagli netti e una palette di colori semplici incontra l’impegno etico nei confronti di pratiche cruelty-free e altissima qualità.

Arsayo

Azienda francese a conduzione familiare fondata nel 2016 da Michel Ohayon, Arsayo ha iniziato con uno zaino che incorporava stile urbano, praticità e tocco parigino: lo zaino ha vinto anche la doppia medaglia d’oro al Concours Lèpine per la sua chiusura sicura brevettata.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Arsayo (@arsayo_official) on

MINK shoes

La fondatrice Rebecca Mink, sostenitrice degli animali per tutta la vita, ha voluto creare scarpe vegane di alta qualità avendo individuato un vuoto nel mercato. La produzione sostenibile e una scelta di materiali senza pelle sono la sua firma, Made in Italy.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by MINK (@minkshoes) on

Tornate su queste pagine per vedere i look più belli avvistati alla Losa Angeles Vegan Fashion Week!