Musica

Sound drops: Freddie Mercury sul grande schermo

07.10.2018

È quando vediamo cose come la cerimonia di chiusura delle Olimpiadi di Londra 2012 che capiamo cosa significa. La grandezza.

Quando migliaia di persone rispondono a un ologramma di Freddie Mercury in uno stadio di Londra pieno zeppo probabilmente anche più forte che davanti a una vera performance di Freddie Mercury, non possiamo decisamente negargli lo status di ‘leggenda’.

Le icone della musica sono sempre state fonte d’ispirazione per i film biografici campioni di incassi ed è per questo che assisteremo presto all’uscita di Bohemian Rhapsody, il primo film dedicato al leggendario cantante dei Queen.

Nelle sale il 24 ottobre nel Regno Unito e il 2 novembre negli Stati Uniti, Bohemian Rhapsody è già stato al centro di molte speculazioni che si sono diffuse non appena è uscito il trailer del film. Per farla breve: ‘queerwashed’ è stata la parola più utilizzata per commentare i 2.30 minuti che anticipano quello che sarà uno dei film di maggior successo del 2018.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Bohemian Rhapsody (@bohemianrhapsodymovie) in data:

Freddie Mercury è una delle più grandi icone musicali di tutti i tempi. Fine.

Quando ero adolescente, poco mi importava con chi uscisse, per non parlare del suo orientamento sessuale. La domanda è, è davvero necessario definire Freddie Mercury per sua omosessualità? Le speculazioni sul trailer infatti accusano i produttori di di aver travisato l’orientamento sessuale di Freddie Mercury, visto che viene visto avere contatti due volte con una donna e una con un uomo. OK. E cosa importa?

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Bohemian Rhapsody (@bohemianrhapsodymovie) in data:

La vera discussione non è in realtà sulla sbagliata raffigurazione dell’identità di Freddie Mercury. Il punto è su chi sia davvero questo film, secondo le critiche musicali. E’ su Freddie Mercury o sui Queen? E se fosse sui Queen, esisterebbero i Queen senza Freddie Mercury, vale davvero la pena discuterne?

Il punto è, sotto il trailer potete leggere questa ‘spiegazione’:

Bohemian Rhapsody is a foot-stomping celebration of Queen, their music and their extraordinary lead singer Freddie Mercury.

Ora, ciò che la vera discussione dovrebbe essere a nostro avviso è un’altra. Diretto da Bryan Singer, Bohemian Rhapsody vedrà Rami Malek nel ruolo del cantante dei Queen. Il personaggio principale di Mr Robot ha subito una trasformazione sostanziale, in realtà diverse trasformazioni durante l’intera produzione, per incarnare lo stile stravagante di Mercury.

Ma, siamo solo noi o sembra più una caricatura? E una brutta caricatura, tra l’altro? OK, Freddie Mercury aveva una dentatura distintiva, ma la scelta del costume per Rami Malek è un po’ troppo. Sembra che i suoi muscoli facciali non abbiano avuto la possibilità di adattarcisi.  

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da QueenSpain (@queenspainclub) in data:

La stessa sensazione si ha davanti a Tom Hardy che interpreta due fratelli gemelli in Legend: il talento non è nulla quando sembra che hai un pezzo di patata incastrato nelle gengive.

Il cast di Bohemian Rhapsody, Rami Malek incluso, ha dovuto interpretare ruoli enormi e non ridurremo le loro performance buone o cattive solo a una dentatura sbagliata.  

Lucy Boynton, Gwilym Lee, Ben Hardy, Joseph Mazzello, Aidan Gillen, Tom Hollander, Allen Leech e Mike Myers diventeranno probabilmente leggende dopo che il film verrà visto da milioni di persone, e come Rami ha dichiarato in un’intervista:


È un peccato che le persone facciano commenti dopo un minuto di teaser in cui vogliono solo vedere la musica. È difficile, prima di tutto, lasciatemi dire che non penso che il film si allontani dalla sua sessualità o dalla sua malattia divorante, che è ovviamente l’AIDS. Non so come si potrebbe evitarlo, o se qualcuno lo vorrebbe. È un po’ assurdo che qualcuno giudichi da un minuto di trailer.

 

L’unica band in cui ogni membro ha creato più di un singolo top in classifica, e tutti e quattro i membri – anche Brian May (chitarra solista, voce), Roger Taylor (batteria, voce) e John Deacon (basso) – fanno parte della Songwriters Hall of Fame dal 2003.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Queen (@officialqueenmusic) in data:

Queen. Sono passati quasi 50 anni dalla loro formazione e vanno ancora avanti. Con Adam Lambert nel ruolo di cantante dei Queen, Queen+Adam Lambert nel 2009, il più grande gruppo di tutti i tempi è una leggenda vivente.

Enjoy

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Queen (@officialqueenmusic) in data: