Musica

Sound Drop: Cos’è successo a MØ dopo il suo album Forever Neverland?

15.03.2019

Karen Marie Aagaard Ørsted Andersen, conosciuta con il nome d’arte MØ, è una figlia degli anni Ottanta e questo è un ottimo motivo da tenere in considerazione per apprezzare questa artista elettro-pop danese.

Chi è MØ?

Il significato della M seguita da quella strana O è “vergine” in lingua danese, ma MØ è anche la combinazione di due lettere dei suoi nomi e cognomi. La serie di successi di MØ è cominciata nel 2013, quando ha debuttato con il suo singolo “Glass”, seguito da “Pilgrim”, che è entrato nella Danish Singles Chart.

Sono passati almeno 7 anni dal suo debutto sulla scena musicale; all’epoca la sua estetica era molto influenzata dai conflitti generazionali, così come dalle icone musicali che hanno reso gli anni 80 e 90 uno dei periodi più significativi di tutti i tempi. Ascoltava i Nirvana, ma anche musica punk-rock.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by MØ (@momomoyouth) on

Qual è lo stile musicale di  MØ?

Quello spirito ribelle di ogni adolescente. Alcuni di noi sono passati oltre e sognano di poter tornare a quei tempi per riempirsi la vita con le cotte per i loro cantanti preferiti, fissando i loro poster appesi alle pareti e aspettando con trepidazione che al negozio di musica all’angolo venisse consegnato il suo nuovo album puntualmente, pena il perdere fiducia nel mondo.

MØ si è trasformata da quell’adolescente a un’artista che deve fare i conti con l’avvento dell’era digitale e lo spirito che si respira nel suo ultimo album, Forever Neverland, è il manifesto di questa graduale trasformazione.

“Lean on”, una delle canzoni a cui ha lavorato nel 2015, è una delle canzoni più ascoltate in streaming di tutti i tempi.
E’ di sicuro questo il modo di saltare sul treno dell’era digitale: MØ lo ha fatto con oltre 2 bilioni di visualizzazioni su YouTube (fino al 2017), un vero e proprio record per la piattaforma. In questa collaborazione con Major Lazer e Dj Snake, MØ ha dato il suo contributo sia scrivendo il testo che cantando.

But the night was warm

We were bold and young

All around the wind blows

We would only hold on to let go

Una nuova estetica minimale

How do you fit it all in your mind?
Cuz I can’t seem to
Yeah they keep dancing to it on and on
But they don’t understand the song
Under the bad bad moon tonight

Dal suo album del 2018, ecco alcuni versi tratti dal suo singolo “Blur”, una collaborazione con Foster the People, il senso di una giovinezza spensierata trasmessa dai suoi primi lavori.
In un’intervista con Nylon, MØ ha detto circa la sua nuova estetica:

Non possiamo davvero affrontare quanto sia ridotta ad uno schifo la politica di questi tempi. Quindi in un certo senso semplicemente ignoriamo che queste cose sono folli e ci rifugiamo in una specie di bolla personale in cui tutto è perfetto, capisci? Mettiamo un grande filtro, così tutto sembra perfetto.

Quindi, di cosa è stata capace MØ a partire dal lancio di Forever Neverland, il suo inno allo sfuggire ad un “mondo diventato pazzo”, dove i Millenial devono affrontare tumulti politici così come l’incertezza di una gamma limitata di possibilità nella vita?

Se nel suo album cerca di sfuggire ai moderni “traumi”, nella sua vita privata MØ sta abbracciando appieno la sua carriera e qualsiasi cosa le porti l’era digitale, dal momento che in questo momento è impegnata in un tour mondiale che terminerà a luglio in Russia.

Amore immaginario e ‘vivere in una bolla’

Così è come MØ descrive i temi del suo nuovo album. E’ una cosa che ci colpisce: non è questo il dramma degli adolescenti, in un certo senso?

Questo vuol dire, interpretando sulla scala più ampia della società condannata in cui viviamo, che   MØ sta risolvendo il più grande dilemma degli ultimi 5 anni: perché i Millenial sono così depressi?

Un ritorno al passato, a quando “eravamo giovani e forti” e le nostre emozioni erano rapide come il cielo delle Midlands e il dramma poteva sfociare nell’eccitazione più sfrenata se, alla fine, il nostro negozio aveva l’ultimo album del nostro idolo e potevamo tornare nella nostra camera e sentirci tutt’uno con il mondo.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by MØ (@momomoyouth) on