Creators

#RULE – Le regole sono fatte per essere infrante

03.05.2018 | By Mr Whisper

Dal momento in cui nasciamo e per il resto della nostra vita veniamo guidati da una serie di regole, che ci piaccia o meno. A partire dai nostri genitori a casa, che decidono quello che possiamo e non possiamo fare, quando possiamo giocare, quando dobbiamo andare a letto. Fino alla scuola, dove ci viene imposto un altro genere di regole.

Ci viene detto che uniforme indossare, cosa imparare e quando consegnare il nostro lavoro. Questa potrebbe essere una spiegazione alla frase famosa “le regole sono fatte per essere infrante”, reazione impulsiva a tutte quelle regole che ci vengono imposte sin dall’infanzia. Probabilmente è da qui che nascono giochi come quello di bussare alla porta o suonare il citofono delle persone e poi scappare via. Questo gioco non mi ha mai convinto ai tempi, ma quando ci penso ora, è decisamente l’espressione di quello che puoi fare da bambino per la prima volta senza essere controllato, finché non vieni beccato e i genitori o la scuola vengono avvisati, è li che si impara che ci sono regole non scritte.   

Crescendo le regole aumentano e vanno di pari passo con le conseguenze legate alle infrazioni, conseguenze che si fanno più serie. Queste regole sono generalmente conosciute come leggi. Imposte dal governo soprattutto a nostro beneficio e per garantire sicurezza, uguaglianza e orientamento nella nostra società.

Pensando a queste regole, fa sorridere il fatto che molte si integrano nella nostra vita in modo subliminale. Prenderò l’esempio più banale per enfatizzare il mio punto visivamente, ma lo estenderò di modo che tutti ci si possano riconoscere. Nella mia prima immagine vediamo quella che presumibilmente è una coppia che passeggia per strada. Vediamo quante regole esistono all’interno di questa scena quotidiana. Per prima cosa stanno camminando sul marciapiede, questa è una regola, sicuramente stabilita per la nostra sicurezza, perché camminare sulla strada sarebbe pericoloso. In secondo luogo ci sono le zone parcheggio segnalate sulla strada, regole che le auto devono seguire. Infine, i graffiti sul muro, solitamente sono illegali ma in questa parte della città chiamata Shoreditch sembrano accettati, il che dà a questa zona la sua identità, diventando un’attrazione per gli abitanti e per i turisti.

Altre regole che possono avere un impatto sulla nostra vita quotidiana sono legate alla carriera che abbiamo scelto, che sia per quello che riguarda il dress code o le regole di sicurezza se lavoriamo nel campo delle costruzioni. Personalmente io aderisco a un semplice set di regole fotografiche, di cui mi sono reso conto solo scrivendo questo pezzo, visto che col tempo sono diventate naturali per me. Ne menzionerò alcune che hanno a che fare col creare immagini con una composizione che attiri l’occhio. Le tre principali sono tutte incluse nella mia seconda immagine. Per prima cosa, ‘la regola dei terzi’, secondo cui l’oggetto principale dell’immagine è posizionato entro un terzo dello scatto. Poi si tratta di creare ‘inquadrature interessanti’ per incorniciare il soggetto, in questo caso il parabrezza dell’autobus. ‘Creare un focus’, il che significa che chi guarda l’immagine deve sapere dove guardare.

Analizzare e realizzare la varietà delle influenze che le regole hanno sulla nostra vita è stato interessante e mi ha aperto gli occhi. Quando sono uscito per vedere quante regole hanno un impatto sulla mia giornata ho perso il conto.