Sign o' times

Ping Pong

27.12.2017 | By PAOLO BOCCHI

Ping Pong. Ping Pang. Beer Pong. Pong Society. Pong Social Club.
Il tennis da tavolo sembra vivere un ritorno di fiamma.
Scantinati e Hipster Club lo eleggono a passatempo “che fa la differenza”.
Vediamo come e dove.
E cosa indossare per l’occasione.

Anno domini 1885. James Devonshire entra all’Ufficio Brevetti di Londra.
E registra quello che, da quel giorno, sarà conosciuto come “tennis da tavolo”.
Una pallina. Due racchette. Una rete.
Tennistavolo, tuttoattaccato, in italiano.
Ping Pong, dal suono della pallina sul tavolo.
Ping Pong, dal cinese Ping Pang Ciò, dove Ciò è la pallina.
Tennis in miniatura, per gli amanti del Bonsai.
Dall’aristocrazia all’aristocrazia.
Si gioca in abito lungo e smoking.
Si gioca a tempo di hip-hop.
Si gioca in social-club sotterranei, dove le partite sembrano match in stile “Fight Club”.
E in qualche esclusivo club parigino viene giocato prima dell’inizio delle serate,
da modelli, modelle, bartender, deejay e addetti ai lavori.
Cresce il numero di Ping Pong Society, ovunque.
E la pallina da ping pong incontra sempre più frequentemente la mirrorball.