Travel

Perchè un amante della natura dovrebbe visitare il nord della Svezia in estate

25.03.2019 | By MAJA LESJAK

Meravigliosi paesaggi innevati e le luci dell’aurora boreale sono spesso le prime cose che vengono in mente quando si pensa al nord. Ma ci sono molte altre cose che possono essere scoperte 400 chilometri più a sud del Circolo Polare Artico in estate: scenari naturali mozzafiato con foreste, laghi, sentieri da percorrere a piedi o in bici, esplorando la natura selvaggia e la cultura del nord Europa.

Tutto questo è disponibile a Umeå, una città nel Nord Est della Svezia, e nei suoi dintorni. Con più di 84.700 abitanti, Umeå è la più grande città del Norrland, nonché una città universitaria e un centro di educazione con oltre 39.000 studenti. Nel 2014 Umeå è stata Capitale Europea della Cultura, insieme a Riga, capitale della Lettonia.

La fattoria degli alci

La prima fattoria di alci in Europa è a Bjurholm, a circa un’ora di strada da Umeå. Offre un’esperienza unica che permette di scoprire tutto quello che c’è da sapere sugli alci. La guida comincerà con una bella presentazione all’interno del museo, per poi portare i visitatori all’esterno. Gli alci che vivono in natura sono selvatici e di solito preferiscono stare alla larga dalle persone, ma quando sono allevati dagli umani amano la loro compagnia. Gli alci in Svezia possono essere trovati ovunque, ma è difficile vederli in natura; questo è il motivo per cui la fattoria degli alci dà la straordinaria possibilità di conoscere da vicino questi maestosi e potenti animali. Alla fattoria i visitatori sono liberi di entrare nei recinti, accarezzare gli animali e, se sono fortunati, persino di vedere e coccolare un cucciolo di alce. Dopo la visita ci si può ristorare con del cibo locale nel ristorante della fattoria, dove si può assaggiare anche del formaggio fatto con latte di alce.

Holmön e Fjädrägg

Un incredibile arcipelago che comprende isole come Holmön e Fjädrägg prende davvero vita in estate. Il battello attracca a Holmön varie volte ogni giorno, ma il modo migliore per esplorare l’isola è quello di lasciare l’auto e camminare oppure noleggiare una bici sull’isola. Si può anche trovare un museo che accompagna il visitatore attraverso i 600 anni di storia dell’isola, un ristorante e un faro. Ma se si vuole vivere una vera avventura bisogna assicurarsi un posto a bordo dello Sloop di  Holmön e navigare fino a Fjädrägg nella maniera più tradizionale.

La navigazione è di circa un’ora, poi si può trascorrere la notte in un ostello ospitato nel faro. Oltre alla bellezza della natura, all’incredibile esperienza di navigazione e alla notte trascorsa in un faro, c’è anche l’opportunità di ammirare la fauna locale. L’isola è abitata da molte specie di uccelli insoliti e da foche dagli anelli, che si possono osservare mentre si crogiolano al sole sulla spiaggia.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Matej Dom (@matejdom) on

Tavelsjö

Ci sono un sacco di laghi e bei percorsi per fare trekking in questa zona, ma Tavelsjö offre un nuovo sentiero per passeggiare intorno al lago, che si può percorrere anche in bicicletta, e con i suoi 23 chilometri di lunghezza offre una fantastica esperienza. Lungo il percorso si possono leggere dei cartelli che spiegano le caratteristiche culturali, storiche, geologiche e geografiche del lago. Il mio consiglio è quello di portarvi un pranzo al sacco: quasi tutti i laghi offrono lungo le loro sponde la possibilità di fare dei barbecue. Chi è bravo con la canna da pesca può addirittura pescare direttamente il suo pranzo, dal momento che questo lago è considerato particolarmente pescoso.

Arboretum Norr

L’organizzazione Stiftelsen Arboretum Norr è stata fondata grazie alla collaborazione tra l’Università di Umeå, l’Università Svedese di Scienze Agricole e il Comune di Umeå. L’Arboretum Baggböle è situato a soli 10 chilometri da Umeå ed è il più importante dei tre arboreti ospitati dal nord della Svezia. Ci sono oltre 2.800 alberi, cespugli e viti, provenienti principalmente dai paesi scandinavi, piantati nei 16 ettari di quest’area situata vicino al fiume Ume. Uno degli scopi dell’arboreto è quello di studiare quali specie sopravvivono e prosperano a queste latitudini settentrionali. E’ facile trascorrere un’intera giornata nell’arboreto, godendosi la natura e con in più la possibilità di usufruire di osservatori, zone barbecue e bar pienamente accessibili per tutti.