© Gentle Whispering YouTube Channel
Wellbeing

Perché l’ASMR è l’alternativa salutare dello Xanax

16.05.2018

Non stiamo parlando di sesso. Quando ci sarà qualcosa di interessante tanto quanto quello che stiamo per raccontarvi, magari lo faremo. Oggi tratteremo un altro tipo di eccitazione: qualcosa che probabilmente avete vissuto durante la lezione di latino delle 14.00 (in Italia non bisogna avere 1000 anni per studiare il latino, è nei curricula).

Una sensazione di piacere, accompagnata da totale relax e una sensazione fisica sulla pelle di cui oggi tutti parlano chiamandola ASMR.

 

Scoprite con noi perché dovreste conoscere l’ASMR.

Significato di ASMR: Autonomous Sensory Meridian Response (Risposta Autonoma del Meridiano Sensoriale)

ASMR è un neologismo per indicare una piacevole sensazione di formicolio al cuoio capelluto, lungo la schiena o sulle spalle di solito accompagnato da uno stato di completo rilassamento mentale di chi la sperimenta. Essa è suscitata da diversi stimoli, cerebrali (pensieri o idee) visivi, uditivi o tattili, percepiti da un soggetto in maniera sia attiva che passiva.

Wikipedia

Per dirla con Wikipedia. Dal nostro punto di vista, abbiamo tutti sperimentato inconsapevolmente questi orgasmi cerebrali, anche se le autorità dell’ASMR non amano l’associazione con l’eccitazione sessuale. Pensate a quando siete in una sala d’aspetto in una clinica del centro città e gli altri pazienti in attesa bisbigliano chiedendo al loro accompagnatore dove andare a pranzo dopo la visita.

Bene, quel lieve sussurro scatena presto una piacevole sensazione, trasformando in relax anche momenti che possono spesso essere vissuti con ansia: quando finalmente l’infermiera vi chiama, desiderereste indugiare un po’ più a lungo per godervi i cosiddetti “brividi” del cervello in testa e sulle spalle.

ASMR: può davvero essere una cura? (e che cosa curerebbe)

Dal punto di vista scientifico, l’ASMR sicuramente vi rilassa, mentalmente e concretamente. Il che significa che potete dire addio alle pillole e dare il benvenuto a una sessione notturna di ASMR. Cos’è l’ASMR e come potete sperimentarlo quando e dove volete?

Internet, come sempre, è la risposta. L’ASMR ha conquistato YouTube e il dolce sussurro è stato scelto da marchi leader e dalle nostre celebrity preferite, che hanno provate a fare cose al microfono per farci diventare ancora più dipendenti e affascinati dalla loro immagine.

 

Con più 3,5 milioni di visualizzazioni iniziamo con questo video virale di YouTube di Gentle Whispering. Oltre a tutti i commenti positivi postati dagli appassionati di ASMR, quello che crediamo dovrebbe davvero avere l’interesse della comunità scientifica è questo:

Mio figlio di 3 anni con autismo usa i tuoi video per rilassarsi e prepararsi per andare a letto. Tra l’altro, ti chiama “the beautiful”. Grazie per quello che fai.

 

E anche quest’altro:

Ho la sindrome di Asperger e Maria mi aiuta davvero a calmarmi – specialmente dopo una crisi – sono felice che aiuti anche tuo figlio. ☺️

Non sorprende quindi che tutti vogliano provare l’ASMR e lo usino a loro piacimento: non possiamo negare però che i sussurri di Jake Gyllenhaal siano forse meno terapeutici di quelli eseguiti dai professionisti, ma la cosa certa è che rendono l’intervista davvero speciale

 

Cardi B ha sicuramente capito il senso dell’ASMR e ha messo in pratica i suoi talenti vocali nella sua versione di ASMR: ma, un attimo, questo non è materiale che dovreste fare vedere ai vostri figli per farli addormentare – o per qualsiasi altra ragione. Come potete immaginare, ha portato ASMR sul pianeta hot, cosa che in un certo senso lo priva del suo scopo originale.

Il video ASMR di Ikea presenta tutti i rumori soft che si producono nel fare il letto, come ad esempio le mani che accarezzano le lenzuola di cotone e naturalmente quella voce calda e morbida che sussurra come dovreste rilassarvi dopo una giornata all’università.

La domanda fondamentale sull’efficacia dell’ASMR deve ancora essere risolta, ma abbiamo già capito una cosa: diventarne dipendenti sicuramente non fa male quanto diventare dipendenti dai sonniferi.