Destinazioni

Mumbai è il Portale dell’India: le migliori attrazioni e cose da fare

23.04.2018

Potreste conoscerla come Bombay, ma ora si chiama Mumbai: stiamo parlando della capitale dell’India, situata nel Maharashtra, uno stato che attraversa l’India centro-occidentale. Stiamo parlando di Mumbai come centro religioso e finanziario, l’unico posto al mondo in cui si possano trovare baraccopoli e la casa più costosa del mondo. Dall’arco iconico di Mumbai che si affaccia sull’acqua fino ai templi e all’elevata densità di colori, salite a bordo di D360 e di partite in viaggio con noi.

 

Mumbai a D-360 gradi

Palazzi storici a Mumbai

Chhatrapati Shivaji Terminus (Stazione ferroviaria Chhatrapati Shivaji)

Diamo il via alla nostra classifica dei posti migliori da visitare a Mumbai con una stazione ferroviaria: ma questa non è una normale stazione ferroviaria. Per prima cosa siamo in India e questo è sinonimo di ferrovie intricate, che coprono chilometri e chilometri di territorio: poi c’è il suo design stravagante, una fusione gotica tra stili di architettura indù, vittoriana e islamica.

Haji Ali

Prende il nome dal santo musulmano Pir Haji Ali Shah Bukhari – la cui tomba si trova qui – Haji Ali è un santuario indo-islamico sbalorditivo che galleggia al largo della costa di Mumbai. I pellegrini controllano quando arriva la bassa marea per partire per questo luogo stravagante attraverso una lunga strada rialzata.

Un post condiviso da Chaz Wilson (@chaz606) in data:

Taj Mahal Palace

Il più famoso monumento di Mumbai, il Taj Mahal è anche uno degli edifici più iconici del mondo, che tra le sue mura custodisce alcuni dei momenti più significativi della storia indiana. L’hotel da fiaba è stato infatti il primo ad assumere donne e anche il primo ad avere la corrente elettrica.

Isola di Elephanta

Conosciuta anche come Gharapuri, l’Isola di Elephanta è una famiglia di templi scavati nella roccia, situati a nord del Portale dell’india (Porto di Mumbai). I templi labirintici risalgono alla loro creazione tra il 450 e il 750 d. C.: si può ammirare la maestosa statua di Shiva, passeggiare nei numerosi cortili, sale e santuari.

I motoscafi partono per Gharapuri dal Portale dell’India ogni mezz’ora dalle 9 alle 15.30. I biglietti sono disponibili presso gli stand della Taj Gateway Plaza. Si tratta di circa 1 ora di viaggio, quindi assicuratevi di avere il tempo necessario per vedere questo posto a Mumbai.

Un post condiviso da Vighnesh Surve (@vighneshsurve) in data:

Portale dell’India

Costruito nel 1924 per commemorare la visita di reali britannici come Re Giorgio V e la Regina Maria, è anche il simbolo dell’indipendenza dell’India. Un monumento da non perdere a Mumbai, un luogo affollato di turisti e da centinaia di venditori con gli oggetti più bizzarri.

Mahalaxmi Dhobi Ghat

Se volete un assaggio dell’autentica Mumbai, questa enorme lavanderia all’aperto è uno dei posti migliori della città dove venire a vedere gli abitanti del posto che vivono la loro vita. In realtà, il lavoro è lasciato ai dhobis (i lavatori), ed è fatto su file impenetrabili di cemento.

Un post condiviso da Shreya Gupta (@ayerhs94) in data:

Mercati e Bazaar

Avventurarsi tra i venditori locali che rendono impossibile camminare a passo spedito su Colaba Causeway, o scegliere cosa comprare a Chor Bazaar, uno dei più grandi mercati delle pulci in India, è il modo migliore per visitare Mumbai. Qui potete trovare da oggetti d’antiquariato vittoriani a vecchi manifesti di Bollywood.

Il clima a Mumbai

Giugno, luglio e agosto sono i mesi durante i quali dovreste pensarci due volte prima di pianificare un viaggio a Mumbai perché in media ci sono 20 giorni di pioggia ad attendervi: se volete evitare i mesi più piovosi, scegliete maggio, con una temperatura media di 30°C.

Un post condiviso da Arjun Chettri (@arjun_karkikc11) in data: