Guida per una moda sostenibile

16

Ecco una semplice guida sulla moda sostenibile, un settore sempre più in aumento tra le aziende, ma anche tra i consumatori

moda sostenibile
moda sostenibile

L’ecocompatibilità è un argomento oramai molto dibattuto, questo come sappiamo in molti settori. Anche la moda, dunque, non può essere da meno, e in merito a questo tratteremo proprio di questo, andando a osservare quale sia una corretta guida per una moda sostenibile.

Nel 2019, specificatamente in merito ad uno dei convegni più importanti al mondo, il G7 che si è tenuto a Biarritz, è stato creato il The Fashion Pact. Che cosa sarebbe nello specifico? Parliamo di una vera e propria coalizione tra le principali aziende attive nel settore della moda, e oltre a questo, anche quelle che in linea generale operano nel settore tessile.

The Fashion Pact

L’obiettivo, alla fine, è quello di andare ad impegnarsi a fondo nel loro operato, mostrandosi concrete e propositive nel raggiungimento di tre macro obiettivi specifici e legati appunto alla sfera della sostenibilità:

  • Arrestare il riscaldamento globale.
  • Ripristinare la biodiversità
  • Proteggere gli oceani.

L’iniziativa, per chi non lo sapesse, è stata promossa dal presidente francese Emmanuel Macron, e dal momento in cui è stato creato il The Fashion Pact si sono viste raddoppiare le aziende che vi hanno aderito, passando da 32 a 60. Si tratta di una nutrita rappresentanza che si traduce in oltre 200 brand tra prèt-à-porter, lifestyle, lusso e sport.

È ovvio che, le aziende aderenti al patto, sanno che i risultati prefissati si raggiungono mantenendo il giusto atteggiamento durante tutte le fasi del loro lavoro. Per arrivare ad ottenere gli obiettivi prefissati, ci si deve attenere ad uno specifico modus operandi organizzato, al quale devono andare ad intersecarsi in maniera sinergica la catena del valore, i fornitori e i distributori.

Accanto a The Fashion Pact nasce anche un’altra realtà attiva nel settore fashion, il cui nome è 4sustainability, trattasi di un marchio di garanzia della moda sostenibile. L’obiettivo principale di questo gruppo è quello di attestare l’adesione a un percorso di Sostenibilità da parte delle aziende che sono operanti nel settore luxury e fashion.

Principali fattori

Quali sono i principali fattori che contraddistinguono questa iniziativa? Ecco di cosa parliamo:

  • Un sistema unico di garanzia: questo deve essere particolarmente conforme a quelle che sono le principali iniziative e certificazioni internazionali legate alla sfera della sostenibilità nel campo della moda. La garanzia deve quindi essere legata non solo al tipo di lavorazione stessa della merce, ma anche all’intera filiera che porta al prodotto finito.
  • Un’unica certificazione: anziché perdersi in un numero elevato di certificati e attestati, si deve circoscrivere tutto quanto all’interno di una certificazione unica.
  • Avvalersi di indicatori quantificabili per i brand.
  • Avere la certezza della sostenibilità filiera per la filiera.

Infine, un ulteriore elemento importante è la presenza di uno strumento di comunicazione attendibile.