Back & Forth

Millie & Winona

19.09.2018 | By PAOLO BOCCHI

Netflix, con la serie Stranger Things, ha fatto in modo che si riunissero. Una di fronte all’altra. Una lo specchio dell’altra. Millie Bobby Brown, 14 anni a Febbraio, sembra una giovanissima Winona. Winona, nata nell’ottobre del 1971, sembra la versione “fra qualche anno” di Millie. Strange Things Happen

Winona Ryder

L’acqua cheta rompe i ponti. Un proverbio che calca alla perfezione per una donna come Winona Ryder, ritornata di recente alla ribalta delle news cinematografiche per la sua partecipazione, nel ruolo di Joyce Byers, alla serie Netflix “Stranger Things”, dopo che per molto, forse troppo, tempo, la sua notorietà è stata dovuta solamente a “cattive notizie” facenti riferimento a furti, droga e relativi processi. Winona Ryder: attrice invidiata, icona, compagna di Johnny Depp, innocente e maliziosa al contempo, stella apparentemente fuori luogo del firmamento hollydoodiano; unica, in tutto e per tutto. Alcuni dei film in cui recita: Edward mani di forbice, Taxisti di notte, Dracula, L’età dell’innocenza, Piccole donne. Così, giusto per gradire. Poi, improvvisa, la crisi, la voragine, l’impasse. Nel 2000 – 2001 iniziano i problemini con la giustizia, che in America non perdona. Winona entra nel tunnel. E il tunnel diventa sempre più buio. Fino al ritorno, questa volta sì, reale, nella serie Netflix in cui recita anche la sua erede naturale, che le assomiglia in maniera impressionante: Millie Bobby Brown. Non è un caso che Millie e Wynona si siano ri-trovate sullo stesso set.

Stranger Things!

Millie Bobby Brown

Nata in Spagna da genitori britannici nell’anno 2004, Millie Bobby Brown appartiene di default a quella che viene comunemente definita Generazione Z. Mente iperattiva, sguardo indagatore, e un’età che sembra prematura per tutto, se non stessimo parlando di lei:

Millie, o Milly, meglio conosciuta ai più col nome di Eleven, il personaggio che interpreta all’interno della fiction “Stranger Things”; parte ottenuta dopo che uno dei “directors” le si avvicinò durante un provino dicendole sottovoce: “Saresti pronta a tagliarti tutti i capelli “off”? Tolto il capello, vinto il ruolo. Così, grazie a un taglio, è iniziata la carriera della giovanissima Brown, carriera che ora la vede al lavoro nella seconda stagione di Stranger Things e nel film “Godzilla: King of the Monsters”. Una delle cose che colpisce di più, di Millie Bobby Brown, è la sua incredibile somiglianza con Winona Ryder. Gli occhi, la profondità dell’espressione, il viso delicato, i tratti androgini, e quella strana “irrequietezza” a comandare il tutto. Non è un caso che Millie e Wynona si siano ri-trovate sullo stesso set.

Stranger Things!