Migliori film basati su storie vere che ti possono ispirare

22

Ecco una lista dei migliori film basati su storie vere che possono ispirare nella vita di tutti i giorni e con i rapporti con le altre persone

Migliori film basati su storie vere che ti possono ispirare
Migliori film basati su storie vere che ti possono ispirare

Guardare un film spesso non è solo qualcosa che ci permette di passare il tempo, ma di fatto è un modo per potersi immedesimare nella vita e nelle vicende di coloro che si muovono tra una scena e l’altra.

Sono di solito i film basati su storie vere a cogliere maggiormente l’aspetto emotivo del telespettatore.

Nel nostro articolo vogliamo andare a parlare di quali siano i migliori film basati su storie vere che possono ispirare chi li osserva, carpendone insomma gli aspetti più rilevanti.

Migliori film basati su storie vere

Ecco alcuni tra i migliori film basati su storie vere che caratterizzano il cinema degli ultimi anni 20 anni:

Il pianista

Famoso film uscito nel 2002 che non necessita di grandi presentazioni, diretto da un grande regista del cinema mondiale, ovvero Roman Polański.

Il film è tratto da un romanzo autobiografico omonimo, scritto in maniera esemplare da Władysław Szpilman. Si tratta di un racconto struggente e ricco di particolari di quello che deve affrontare il pianista ebreo Władysław Szpilman, a partire dal momento in cui scoppia la Seconda guerra mondiale.

Tutto inizia appunto con l’invasione della Polonia da parte delle truppe tedesche, e poi si evolve nella varie fasi che vedono l’occupazione di Varsavia, la nascita del ghetto, e quindi quella che era la vita al suo interno e la fuga dallo stesso. Non solo, anche la sopravvivenza al di fuori del ghetto fino a quando poi grazie all’Armata Rossa si arriva alla sua liberazione.

Ottimo film per rendersi conto di cosa sia la guerra, ma soprattutto gli aspetti della deriva razzista che spesso fa padrone in questi frangenti.

La ricerca della felicità

Film che viene diretto nel 2006 da un regista di casa nostra, ovvero Gabriele Muccino.

Il film racconta la vita di Chris Gardner, che per chi non lo sapesse è un imprenditore milionario che nei primi anni Ottanta si è trovato a vivere giorni di elevata povertà.

A rendere ancora più forte quanto si vede c’è la presenza di un figlio a cui lui deve badare e crescere, senza avere nemmeno una casa decente. Nelle difficoltà economiche di oggi, in un mondo che sta sempre più vedendo la presenza di molti padri single, è un film che permette di immedesimarsi molto nella realtà della vicenda.

Zona d’ombra

Un film molto bello che racconta la storia di un famoso neuropatologo di nome Bennet Omalu, il quale pose un accento importante sulla CTE (Encefalopatia Cronica Traumatica) e la sua comparsa in seguito ai ripetuti colpi che si possono ricevere alla testa.

Il film si basa su un articolo scritto da da Jeanne Marie Laskas per la rivista GQ nel 2009

Il dottor Bennet Omalu vuole fare luce su quanto accade in alcuni sport, e in particolare si lancia in una battaglia contro la NFL, facendo presente che secondo quanto accade sul campo in uno sport come il Footbal Americano, non vengono presi sul serio i rischi, dando quindi poca importanza data alla salute dei giocatori.