Culture

Met Gala 2018: outfit divini sul red carpet

08.05.2018

E’ arrivato il momento, ieri sera alle 12.00 GMT al Metropolitan Museum of Art il Costume Institute ha presentato Heavenly Bodies: Moda e Immaginazione Cattolica per gli Oscar della moda. Con la Bad Girl RiRi come host insieme ad Amal Clooney, Donatella Versace, Anna Wintour e Stephen e Christine Schwarzman, potevamo solo aspettarci abiti esotici, irriverenti e (letteralmente) divini.

Met Gala 2018: religiosamente

Un post condiviso da Lena Waithe (@lenawaithe) in data:

Se fossimo Vogue o qualsiasi altro magazine di moda avremo iniziato a parlare del glamour del red carpet con l’outfit papale di Rihanna. E’ irriverente, lo sappiamo, ma chiunque avrebbe potuto immaginare qualcosa di simile.

Chi ha veramente deciso di fare uno statement in una situazione in cui i temi esplorati sono intoccabili come le icone cattoliche è stata Lena Waithe, creator di Master of None e la prima donna nera a vincere un Emmy. Ha usato il red carpet del Met Gala 2018 per sfoggiare i colori dell’arcobaleno della comunità LGBT. E’ il 2018 e nonostante i tentativi della moda di rendere la Chiesa più glamour, la relazione con la comunità non si sta sviluppando in qualcosa di remotamente ispirazionale come gli outfit indossati dalle celebrity sul red carpet.

Scoprite di più sull’arcobaleno LGBT nella moda qui

Uno che già somiglia a un Gesù contemporaneo per i suoi lunghi capelli scuri e barba selvaggia, per non menzionare il suo sguardo etereo: al Met Gala 2018 il compito di Jared Leto e Gucci è stato quello di vestire questo Gesù moderno in giacca in seta effetto moiré con bavero oversize in velluto ricamato con angeli dorati a tre occhi, pantaloni di seta, camicia di seta con papillon, stola liturgica ricamata e stivali Horsebit in pelle nera. Hanno completato il look con una corona dorata e due spille con testa di tigre in metallo dorato, smalto e cristalli.

Un post condiviso da Gucci (@gucci) in data:

Un post condiviso da badgalriri (@badgalriri) in data:

Doveva essere più audace che mai, e al Great Hall era la più heavenly di tutti i bodies che tutti attendevano con ansia: in una ‘replica’ di mitra disegnata da Maison Margiela con pietre incastonate.

Alcuni hanno preso il tema alla lettera, alcuni hanno fatto del loro meglio per usare a loro vantaggio la tematica religiosa creando effetti sensazionali, come la creazione di Versace per Gigi Hadid: ha indossato un abito mono spalla con spacco profondo, strascico e ricamo fatto a mano ispirato a una vetrata.

Un post condiviso da Versace (@versace) in data:

Un post condiviso da Prada (@prada) in data:

Membro leale del cast di American Horror Story Sarah Paulson ha portato sul red carpet quel tocco dark e sinistro con un abito di Prada: un abito dritto con manica lunga in lamé oro pallido e argento, completamente ricamato con micro cristalli Swarovski, grappoli d’oro e paillettes d’argento, motivo barocco sul tronco, dettaglio di tulle bianco intorno al collo, il tutto in contrasto con il suo rossetto scuro.

Dolce ha vestito la persona che abbiamo ammirato a un certo punto dell’anno per il modo in cui riesce a indossare e portare in vita alcuni dei migliori costumi mai visti nella storia delle serie TV: la Mother of Dragons si è tolta l’armatura e si è infilata in un abito di Alta Moda con strascico fatto di pizzo nero, dettagli in oro e affreschi ricamati

Un post condiviso da Dolce & Gabbana (@dolcegabbana) in data:

Un post condiviso da LASE ? (@lifeandsomethingelse) in data:

La nuova aggiunta di Off White al team creativo Virgil Abloh ha sfilato sul red carpet in un abito della messa domenicale accanto a Kendal Jenner. Avete notato il dettaglio delle vetrate sulla giacca? Non riusciamo però a capire cosa tenga in mano.

L’interpretazione di Kate Bosworth di Heavenly Bodies è si è espressa con un abito da sposa, o almeno qualcosa di simile. Per essere precisi ha indossato un abito di tulle drappeggiato con dettagli dorati e velo con gocce di madreperla di Oscar de la Renta.

 

E’ il diavolo, ne siamo sicuri. In realtà no, ma pensiamo che sia proprio quello che Nicki Minaj aveva in mente indossando quell’abito rosso in paillettes di Oscar de la Renta con strascico in tulle multistrato.

Cardi B strizzata in un abito di Moschino pieno di ricami e perle, con copricapo che le dà l’aria di una Vergine Maria incinta. Geniale.

Un post condiviso da Moschino (@moschino) in data:

Cara Delevingne ha indossato un abito di Dior Haute Couture che gioca su vari simboli religiosi di cui facciamo fatica a tener traccia.

Anche Sarah Jessica Parker ha sfoggiato un’accurata imitazione di un outfit papale con un abito bustier di Alta Moda con strascico ricamato con ornamenti d’oro barocchi e cuori sacri, un presepe napoletano e cuori sacri in filigrana d’oro.

Un post condiviso da Dolce & Gabbana (@dolcegabbana) in data:

Un post condiviso da negotv? (@negotv_ng) in data:

E infine...

Il rapper americano 2Chainz ha chiesto la mano a Nakesha Ward: è stato un po’ come andare in chiesa e chiedere la mano. Un po’ come andare al ristorante e chiedere a qualcuno di uscire a cena. 2Chainz ha indossato ben più di 2 catene, ma niente di religioso. Per una tale performance avrebbe potuto osare qualcosa di più blasfemo.