Culture

Melania Trump e i suoi look ‘fail’: ci è o qualcuno la sta sabotando?

09.10.2018

Ormai abbiamo visto tutti la foto della First Lady che ancora una volta indossa un outfit che fa pensare: ma fa sul serio? Proveremo a risolvere il mistero che sta dietro al movente che ha spinto Melania Trump a mettersi quello che si è messa durante la sua visita in Kenya.

Cosa si è messa? Melania Trump per andare in visita a un orfanotrofio per elefanti e a uno per bambini ha deciso di indossare un outfit con un significato culturale che probabilmente ha più impatto della stessa visita della First Lady in questi luoghi.

Per una gita in un safari si è messa un elmetto coloniale: il cappello simbolo del colonialismo Britannico, un’era che una First Lady non avrebbe dovuto celebrare in nessun modo.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Weekend Magazine (@weekendmagazine2.0) on

Non è la prima volta che Melania Trump sconvolge l’internet con i suoi outfit: non è passato molto tempo da quando ha indossato una giacca con scritto “I really don’t care. Do U?” per andare in visita a un centro di accoglienza per bambini migranti al confine. Non entriamo neanche nel merito del fatto che questa giacca fosse di Zara, simbolo della fast fashion, il punto è che non era davvero necessario da un punto di vista di stile, nessuno stilista le ha chiesto di mettersela come favore

 

View this post on Instagram

 

A post shared by DeeNicesty (@iroc.wit.dbes) on

Se quel parka dichiarava ‘tolleranza zero’, cosa ci sta dicendo quel cappello coloniale?

Non vorremmo neanche dovercelo chiedere, ma quello che questi due outfit hanno scatenato è davvero sensazionale: non importa cosa dica o non dica Melania Trump, sono i suoi outfit che ‘muovono’ like e share su internet.

L’ensamble che ha sfoggiato in Egitto ha scatenato i social, su cui gli utenti l’hanno paragonata all’archeologa nazista contro Indiana Jones.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Reggie (@d.j.flavaz) on

Ovviamente ci siamo chiesti tutti e continuiamo a farci queste domande. Ma sa cosa sta facendo? Se così fosse, perché lo fa?

Vorremmo davvero poterle dare il beneficio del dubbio e scagionarla con la scusante che si veste inconsapevolmente in modo inappropriato. Ma c’è qualcosa di cui vi vorremmo parlare che potrebbe darci una spiegazione ragionevole sulla scelta d’immagine della First “Lady”. Melania, come molte celebrity e First Lady prima di lei, ha ovviamente uno stylist che in teoria mette a punto i suoi outfit e consiglia la donna più guardata del mondo sulle scelte di moda.

L’uomo responsabile degli epic fail di Melania Trump ha un nome: Hervé Pierre.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Updates On The Trump Family (@trump_family_updates_) on

Pensate a un marchio di moda americano o non americano e lui ci ha lavorato. 14 anni passati da Carolina Herrera, uno stilista venezuelano che si è trasferito a New York nel 1980. Ora, sappiamo che potrebbe essere un azzardo e che Hervé Pierre ha dichiarato che non aveva mai visto quella giacca di Zara prima di allora, ma abbiamo una teoria. Magari sta intenzionalmente portando fuori pista la sua cliente, Melania Trump, per farle commettere scivoloni di stile, o meglio, scivoloni politici nel suo caso.

E se dopo 14 anni passati da creative director di un brand che porta greatness in America da un’altra cultura, lo stilista di Melania Trump stesse segretamente mandandola al macello sui social media con quell’outfit coloniale?

Pierre non è un novellino nel vestire donne che hanno rappresentato un’immagine politica: le sue ex modelle sono state Hillary Clinton e Michelle Obama.

Vi suona strano?

Questa è la nostra spiegazione possibile per i suoi passi falsi.

Oppure, potremmo sbagliarci alla grande e semplicemente l’astuzia non è una delle migliori qualità di Melania Trump.