Destinazioni

Le cose più cool da fare a Pechino

23.09.2018

Ormai dovreste conoscere tutti quella t-shirt, un fashion fail, che dice ‘I Love BJ’, per cui BJ sta per Beijing (Pechino). Nel caso in cui non l’abbiate mai vista questa è la vostra occasione per perdere un paio di minuti a googolarla e vedere cosa succede. Poi tornate su questo canale e scoprite le cose migliori da fare a Pechino, e perché la capitale cinese è famosa anche per il suo modo divertente e discutibile di vedere la vita.

 

Oltre a trovare quei venditori di street food davvero unici che possono calmare l’appetito con prelibatezze come scorpioni, cavallucci marini, serpenti e stelle marine e persino peni di pecora, a Pechino il futuro incontra alcune delle tradizioni più antiche. Qui tutto ebbe inizio ed è da qui che nascerà il futuro.

Grande Muraglia Cinese

Non si può lasciare Pechino senza essere saliti sulla Grande Muraglia Cinese. Se volete scoprire la parte più sorprendente della Muraglia, scegliete la Grande Muraglia di Jiànkòu: salite per 40 minuti dal villaggio di Xīzhàzi. Conosciuta anche come la parte selvaggia della Grande Muraglia, è un’esperienza che vi delizierà con panorami ineguagliabili, sicuramente una delle cose da non perdere a Pechino. Per scendere, potete fare un giro in toboga per immergervi completamente nella natura e godervi il meritato divertimento.  

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Bettina Kjeldgaard (@verdenskvinde) in data:

Città Proibita

Il più grande palazzo del mondo, la Città Proibita è una delle attrazioni più sorprendenti di Pechino, con i suoi edifici antichi, più di 900, che servirono da dimora a due dinastie del dominio imperiale. I turisti possono accedervi dal Meridian Gate e attraversare un cortile chiamato Golden Stream, per poi raggiungere il Gate of Supreme Harmony, uno spazio che può ospitare fino a 100.000 visitatori.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Pinchili China 🇨🇳 (@pinchilichina) in data:

All’interno della Città Proibita potrete fermarvi nell’iconica Piazza Tiān’ānmén: famosa per essere la piazza più grande del mondo con una superficie di 440.000 metri quadrati (e cioè 4.4 kmq – più o meno la superficie di 20 campi da calcio) è un posto dove vivere appieno la grandezza della Cina.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da MOLLYTA | Travel & Lifestyle (@mymoyi) in data:

Laghi di Hòuhǎ

I laghi di Hòuhǎi, costituiti da tre laghi, Front, Back e West Lake, sono il posto all’aperto più bello di Pechino: un’oasi di tranquillità durante il giorno – anche se nel pomeriggio le acque sono completamente infestate da pedalò – che si trasforma in uno dei migliori centri per la vita notturna della città.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da David M. Littlefield (@dmlworx) in data:

Cucina cinese a Pechino

Bene, siti e attrazioni a parte, un viaggio a Pechino deve andare anche alla scoperta della cucina locale, per scoprire se il cibo che viene servito come cinese in alcuni dei ristoranti più ‘autentici’ o costosi (o entrambe le cose) in tutto il mondo ha davvero qualcosa a che fare con i dim sum che servono qui. A Pechino dovreste provare l’anatra alla pechinese, famosa per la sua pelle croccante e la carne umida. Un’altra prelibatezza di Pechino è la zuppa di fagioli, Dou Zhier: una combinazione unica di sapori che si presenta sotto forma di una materia grigia. Per quanto poco appetitoso possa sembrare, è assolutamente un piatto da assaggiare se siete a Pechino.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Richie Yu ☀️🏳️‍🌈🇨🇦🇨🇳💪🍷 (@richie.yu) in data:

Shopping a Pechino

Perché non avere un assaggio della moda griffata cinese? Beh, sì, certo, ma prima, dovreste fare un salto al Mercato della Seta, conosciuto anche con il suo nome originale Via della Seta, è un bazar al coperto di vestiti e accessori di seta.

Se siete fan di tutto ciò che è tradizionale e tipico, andate a fare un giro al Panjiayuan Market, il più grande mercato delle pulci della città.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Eduardo Menezes (@munuzus) in data: