© Studio P2
Wellbeing

Le celeb paladine dei benefici dell’allattamento al seno

22.02.2019 | By ELENA LONGARI

Allattare al seno in pubblico è un argomento che viene spesso discusso sui social media e c’è un motivo per cui non tutti sono così convinti che il latte artificiale possa essere una buona alternativa a quello materno o che possa esserci una sorta di taboo sociale per il quale è accettabile vedere il seno di una donna ovunque, a patto che non ci sia un bambino attaccato.

Fortunatamente la società moderna sta mostrando due atteggiamenti opposti e oggi parleremo appunto di tutte quelle donne che si espongono in prima persona per dimostrare i motivi per cui è così importante che le donne non si sentano disapprovate nell’allattare al seno in pubblico; cercheremo di capire anche tutti i benefici dell’allattamento al seno sia per la mamma che per il bambino. In più parlerò della mia personale esperienza nel cominciare un nuovo lavoro mentre allattavo un neonato.

Rachel McAdams fotografata per Versace mentre si tira il latte

Da quando sono diventata mamma lei è davvero una fonte di ispirazione per me.

La fotografa Claire Othstein stava lavorando con l’attrice Rachel McAdams e all’improvviso ha pensato di non poter perdere l’occasione per lanciare un messaggio forte sui benefici dell’allattamento al seno.
L’attrice di Notebook stava posando con un outfit firmato Versace e Bulgari mentre si tirava il latte, 6 mesi dopo la nascita di suo figlio; sembra che questa foto sia nata proprio da un’idea di Rachel.

Allattare al seno è la cosa più naturale del mondo e non posso assolutamente immaginare perché o in che modo possa essere disapprovato o come possa spaventare. Non penso nemmeno che ci si sia bisogno di spiegarlo ma ho semplicemente voluto dimostrarlo concretamente, e se cambierò la percezione anche di una sola persona su una cosa così naturale, così normale e così splendida sarà grandioso.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Rachel McAdams (@rachelmcadams1) on

Il post di Chrissy Teigen sull’allattamento al seno

Luna mi fa allattare la sua bambola, quindi credo di avere dei gemelli

La modella non è solo una delle mamme più sexy in circolazione, ma è anche un esempio per aver scelto di mostrare come maternità e carriera possono essere entrambe possibili per ogni donna. Il suo profilo Instagram è pieno di bellissime foto di attimi di vita famigliare e c’è anche qualche scatto in cui John Legend fa il papà…

Quello che è degno di nota per i fan della Teigen è scoprire quante persone hanno mostrato reazioni positive al suo post sull’allattamento al seno, come ad esempio questo commento:

Grazie mille per contribuire a rendere normale l’allattamento al seno! La cosa più normale del mondo! Nutrire il tuo bambino! E questa foto è semplicemente magnifica! Bella.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by chrissy teigen (@chrissyteigen) on

Allattare al seno durante una mozione in parlamento

Lo stigma sull’allattamento al seno, al giorno d’oggi, così come una delle ragioni per le quali le donne dovrebbero essere più consapevoli dei benefici dell’allattamento al seno, è quello che permettere di mostrare questa pratica naturale possa danneggiare la carriera di una donna.

Il senatore australiano Larissa Waters già nel 2017 a messo a segno un punto prezioso, un esempio che tutte le neo mamme dovrebbero avere a mente quando discutono sullo sviluppo della loro carriera dopo la maternità. L’allattamento non dovrebbe essere un ostacolo per i responsabili delle risorse umane, ammesso che le compagnie vogliano rendere possibile l’allattamento; se questo vuol dire portare il proprio bambino al lavoro, ben venga.

Le donne continueranno ad avere bambini, e se vogliono continuare a svolgere il proprio lavoro e al tempo stesso curare i propri figli… la verità è che dovremmo permetterlo.

Sono stata assunta mentre allattavo al seno

Quando sono stata contattata per questo lavoro di redattore per D360 il mio secondo bimbo aveva solo due mesi. Anche se non avrei voluto menzionare questa situazione in quel momento, sarebbe stato impossibile tenerla segreta; pesavo circa XXXXXX chili e la misura del mio reggiseno era una stupefacente taglia 36D. Le mie tette sono arrivate al colloquio 10 minuti prima di me. In più, uno dei direttori ha un levriero; come mi sono seduta in sala riunioni, pronta a cominciare con l’elenco dei miei risultati professionali, è arrivato a ha dato una bella annusata a entrambi i miei capezzoli. Chiamiamolo rompere il ghiaccio!

Quindi ho dovuto “uscire allo scoperto” e dire che avrei potuto svolgere questo lavoro, a patto di poter avere orari flessibili per la terza poppata della giornata e che mi sarei tirata il latte durante la pausa pranzo. Ho avuto il lavoro e il via libera per le mie richieste!

E così eccomi qui, a scriverne e anche voi, donne normali e non celeb, donne proprio come me, che vogliono essere mamme e avere una carriera, dovreste pensarci due volte prima di interrompere o evitare del tutto l’allattamento al seno.

I benefici dell’allattamento al seno per la mamma

– E’ incredibilmente facile. Ero in vacanza quando entrambi i miei figli avevano un mese e non avrei potuto portarmi bottiglie di latte artificiale mentre passeggiavo nei boschi delle Alpi italiane. Non c’è solo l’aspetto pratico, ma anche quello psicologico: è infatti stato dimostrato che le mamme che allattano al seno sono meno stressate di quelle che usano latte artificiale. La pressione del sangue più bassa e i livelli di cortisolo durante l’allattamento fanno sì che le mamme siano più calme e più disposte ed essere socievoli.

– Può aiutare a perdere i chili presi in gravidanza. Uno dei benefici per la salute dell’allattamento al seno è che le mamme in genere tornano in forma in un attimo e nel modo più naturale possibile; nonostante mangiassi ciò che avevo calcolato insieme al pediatra, quando mio figlio aveva 3 mesi producevo circa un litro di latte al giorno (un valore approssimativo che ho stimato in base a quanto latte riuscivo a tirare). Immaginatevi quante energie sono richieste al corpo per produrre una tale quantità di latte!

– Permette di trascorrere momento piacevoli con il bambino. Non sto dicendo che tutte quelle mamme che scelgono di non allattare al seno non riescano a creare un legame con il loro bambino, ma è vero che quei momenti in cui vostro figlio è tra le vostre braccia sono deliziosi!

– Diminuisce il rischio di cancro alle ovaie e al seno, così come riduce il rischio di problemi cardiovascolari e il diabete di tipo 2.

Aiuta l’utero a tornare delle dimensioni normali dopo la nascita del bambino. Uno dei benefici dell’allattamento al seno è che l’ossitocina prodotta aiuta la contrazione dell’utero.

Benefici dell’allattamento al seno per il bambino

– Uno dei benefici dell’allattamento al seno per il bambino è che riduce il rischio di sindrome della morte in culla.

– Paragonato al latte artificiale, il latte materno contiene più nutrienti e garantisce che non ci sia il rischio di reazioni allergiche.

Il latte materno è facilmente digeribile per il bambino; ciò significa evitare molti episodi di mal di stomaco e costipazione. Ciò non vuol dire che non si verificheranno coliche di notte, ma ci sarà comunque una differenza sostanziale.

– Secondo molte ricerche mediche, il latte materno riduce il rischio di molte malattie per il bambino,  comprese infezioni delle orecchie e dell’apparato urinario.

– Un altro dei benefici dell’allattamento al seno e probabilmente quello per cui il vostro bambino vi ringrazierà in futuro è che il latte materno riduce il rischio di obesità in età adulta.

Secondo una ricerca del sistema sanitario nazionale britannico c’è il mito che l’allattamento al seno “non sia molto popolare in questo paese”.
Più del 73% delle donne in Gran Bretagna comincia ad allattare al seno e il 17% dei bambini è ancora allattato esclusivamente al seno al compimento del terzo mese.

Qui l’Equality Act del 2010 tutela le donne a cui viene chiesto di lasciare un bar o un ristorante perché stanno allattando al seno, ciò significa che davvero nulla si può mettere tra voi e il vostro diritto di godervi una delle cose più naturali al mondo.