Culture

La guida definitiva per sopravvivere a San Valentino

06.02.2019

Sta arrivando. E’ il giorno in cui celebriamo l’amore, quello incontrastato, eterno, in grado di cambiarti la vita, insomma: San Valentino.

Davvero, in quest’epoca così moderna, qualcosa può essere “incontrastato, eterno e capace di cambiarti la vita”?
E’ proprio per questo motivo che San Valentino piace così tanto: è l’occasione giusta per fare qualcosa di romantico insieme al proprio partner, soprattutto se si è all’inizio di una relazione; non chiedeteci però di prenotare un tavolo in qualche bel ristorante per il 14 di febbraio, abbiamo deciso di lasciar perdere tutte, ma proprio tutte, le feste comandate, a cominciare dal cenone di fine anno.

Ed eccoci quindi in vostro soccorso con la guida definitiva delle cose da fare a San Valentino, sia che siate fan sfegatati di questa festa sia che, come noi, vogliate che finisca nel dimenticatoio.

Come fare a San Valentino se sei single


Diciamocelo sinceramente: odiate il giorno di San Valentino così tanto che il vostro rancore per le coppie sdolcinate ha superato ogni tipo di cinismo, anche il più legittimo. Quindi, cosa fare a San Valentino quando tutto ciò che avreste voglia di fare potrebbe probabilmente portarvi dritti dritti in prigione? Cercate di ottenere il meglio anche da situazioni spiacevoli!

 

Cercate di uscire dalla friend-zone, fate voi la prima mossa – questo ovviamente se c’è qualcuno nella vostra vita che potrebbe essere un possibile fidanzato/a.

Sorprendete qualcuno con il più prezioso tra i regali romantici per San Valentino.

Una gift box di fantastici prodotti da uomo è perfetta per rompere il ghiaccio e preparare la strada alla vostra dichiarazione d’amore, ma un regalo di San Valentino romantico per lui sarà altrettanto apprezzato se siete già ufficialmente una coppia.

Quindi provate con: “se non hai altri programmi – neppure a San Valentino – perché non ordiniamo semplicemente cibo tailandese e guardiamo un film su Netflix?”. In questo modo, almeno avrete un appuntamento che vi salvi dal deprimervi a casa sul non avere un fidanzato. Poi potrete dichiarare le vostre intenzioni con il vostro bel regalo.

Cosa fare a San Valentino se volete tornare con il vostro ex

La cosa peggiore: è il giorno di San Valentino e avete appena rotto con il fidanzato.

Tranquilli, nulla è perduto! Nessuno di voi due sta uscendo con qualcun altro, quindi c’è ancora la possibilità di riconsiderare la situazione e metterci una pezza. Inventatevi qualche stupida scusa tipo “ho veramente bisogno di quel libro che ti ho prestato” oppure “mi si è rotta la caldaia e non so dove fare la doccia”.

La trappola è pronta, avete bisogno solo di una buona esca.

Datevi una sistemata, mettete quel vestito o quella gonna che indossavate al vostro primo appuntamento. Quando lui o lei si sentirà a suo agio, quello è il momento di giocarvi la carta “non ho mai smesso di pensare a te”.

Questa idea per San Valentino è perfetta anche cercare di acquisire una maggiore consapevolezza: decidere e prendere il controllo della propria vita è una delle prerogative di una vita emotiva sana e soddisfacente.

Cosa fare a San Valentino se sei fidanzata/o da poco


Se avete appena cominciato a uscire insieme, San Valentino è solo l’ennesima scusa per non togliervi le mani di dosso. E’ però anche l’occasione giusta per ritagliarvi un po’ di tempo solo per voi due, lontano dalle distrazioni della vita moderna.

Spegnete i cellulari, quindi, e trovate un posto in mezzo al nulla per rendervi davvero conto di quanto siate perfetti l’uno per l’altra.

Infine, volete solo sparire nel nulla?

na delle cose migliori da fare a San Valentino se davvero non ve ne importa nulla che sia il giorno di Valentino, di Don o di Raimondo, ovvero non volete essere perseguitati con cuori rossi e tutto il ciarpame a tema, abbiamo un consiglio:

Prendetevi cura di voi!

Preparatevi un pranzetto sano con contorni esotici, ma solo dopo essere stati fuori a correre nei freddissimi giorni di febbraio, i più gelidi dell’anno, e dopo un lungo e rilassante bagno caldo. E poi, tutti su Netflix come se non ci fosse un domani.