Style

Il makeup non conosce genere

23.11.2018 | By MICOL PIOVOSI

Il makeup è solo per le donne: così si pensava ai vecchi tempi. Non nei tempi antichi però. La storia ci insegna che gli uomini si truccavano: gli antichi egizi si mettevano l’eyeliner, i romani usavano il fard e lo smalto per le unghie, e gli elisabettiani e i georgiani si mettevano la cipria.

Perché gli uomini hanno smesso di truccarsi?

Durante il regno della regina Vittoria I, i trattamenti di bellezza maschili sparirono. Non solo, la Regina aveva dichiarato che i cosmetici erano volgari e che non si addicevano a una signora, affermando che solo le donne promiscue si truccavano. Durante l’età vittoriana, il potere della Chiesa era molto forte, e questo spiega perché durante questo periodo il makeup era considerato un’opera del Diavolo. Questo stigma potrebbe essere la ragione del legame tra vanità e omosessualità, o forse no. Questa pressione ha comportato la tendenza a sottolineare la virilità in una società omofoba.

In tempi moderni, la grande sfida è quella di portare gli uomini che vogliono truccarsi a capire che il makeup può essere virile. Negli ultimi decenni, il makeup è stato adottato solo dagli uomini del mondo dark, punk e queer, ma non dagli uomini eterosessuali. Ma tutti dovrebbero poter scegliere liberamente! Anche gli uomini possono truccarsi, sia che vogliano usare il makeup come strumento di correzione o semplicemente per essere favolosi.
Molte aziende hanno cercato di andare in questa direzione. A volte in modo piuttosto peculiare – chiamando l’eyeliner ‘guyliner’ per esempio.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Mensbeauty (@mensbeauty.it) on

Tuttavia, grazie al male makeup vlogging, ha iniziato a diffondersi l’idea che tutti gli uomini possano truccarsi. Seguendo questa nuova corrente, molti brand stanno finalmente lanciando con successo linee di makeup uomo.

Come Boy De Chanel, la prima linea uomo di Chanel: fondotinta, matita per le sopracciglia e burrocacao. Questa linea ha debuttato nella Corea del Sud a settembre e verrà lanciata nel resto del mondo a novembre. Tuttavia, i cosmetici maschili rappresentano ancora meno dell’1% del mercato mondiale dei prodotti di bellezza, anche se nel 2016 il 15% degli uomini di età inferiore ai 45 anni ha acquistato prodotti di makeup.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by CHANEL BEAUTY (@chanel.beauty) on

Lo stigma legato al makeup per gli uomini verrà mai superato?

Jamie Ward, vlogger di makeup maschile dice “Sì. Da quando ho iniziato la mia missione per dimostrare che il trucco non ha genere, ho ricevuto una buona dose di critiche da parte di persone di mentalità ristretta, ma la stragrande maggioranza ha accolto l’idea e ha voluto saperne di più! Non si può piacere a tutti, e questo va bene. Trovo irrilevanti le opinioni delle persone negative e i loro commenti sgradevoli mi portano a lottare ogni giorno di più per dimostrare che gli uomini non dovrebbero provare imbarazzo a usare il makeup!”

Per fortuna, le nuove generazioni amano le sfide.