Style

I trend e i migliori look della New York Fashion Week

18.02.2019

Il mese della moda è in pieno svolgimento e la New York Fashion Week ha appena portato una ventata d’aria fresca, anzi, freschissima sulle passerelle di moda. Un palcoscenico per talenti emergenti, dove diversità e inclusività sono promosse e incoraggiate: è questo il posto in cui venire se si vuole essere testimoni della nascita di nuovi trend che prenderanno piede e rimarranno!

Abbiamo raccolto i migliori momenti e i look più belli avvistati durante la New York Fashion Week.

L’opulenza del tulle di Alessandro Trincone

Quando la cantante DreamDoll ha chiuso la sfilata del designer italiano Alessandro Trincone abbiamo avuto una sensazione di dejavu e ci è venuta in mente la “dichiarazione di moda” di Viktor&Rolf presentata durante la Parigi Fashion Week. Nella sua collezione “Anveilmi” per l’autunno inverno 19/20 lo stilista, cresciuto nella periferia di Napoli, ha preso tutti quegli strati di tulle che il brand olandese aveva usato per le sue “dichiarazioni” (puoi leggere di più qui) e li ha trasformati in voluminosi abiti, tute, gonne e cuffie.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Alessandro Trincone (@alessandrotrincone) on

Ancora tulle per Tomo Koizumi

Anche lo stilista e disegnatore di costumi Tomo Koizumi ha optato per i volumi leggeri e vaporosi del tulle ma, ispirato dalla sua eredità e seguendo la sua estetica, ha dato forma alla luce e trasformato il tessuto in soffici fiori. I suoi abiti hanno un po’ la struttura degli antichi costumi di re e regine e le sfumature dei dipinti di Rothko e O’Keeffe, tutte caratteristiche che celebrity del calibro di Gwendoline Chistie hanno adottato.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by TOMO KOIZUMI (@tomokoizumi) on

E altro tulle ancora per Christian Siriano

Ha fatto molta strada dopo aver vinto la quarta stagione di Project Runway? Semplicemente sì. Il suo brand ora vale milioni e lo stilista attualmente fa parte del Council of Fashion Designers of America. Cosa ha sfilato sulla sua passerella in occasione della New York Fashion Week? Come probabilmente avrete già indovinato, un sacco di tulle, come quello che si vede sulle gonne di abiti da sposa da vera principessa, a parte il fatto che gli abiti di Siriano sono ben lontani dall’essere opere fiabesche: per celebrare la femminilità ha scelto viola, porpora e una gamma di colori vivaci.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Christian Siriano (@csiriano) on

Colori neutri e giallo senape per Noon by Noor

La casa di moda con sede nel Bahrain ha raggiunto la fama a livello internazionale grazie al talento delle cugine e amiche Shaikha Noor Al Khalifa e Shaikha Haya Al Khalifa; il loro lusso discreto non manca di un tocco vibrante, che è dato da linee pulite e raffinate, fluide gonne a pieghe e vestiti di raso, il regalo fashion più gradito ad ogni donna. La loro idea per la collezione AI19 è quella di mescolare nero e colori neutri con la vivacità del giallo senape: il risultato è semplicemente delizioso.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Noon By Noor (@noonbynoor) on

Jeremy Scott è ancora l’ultimo ribelle della moda

Il direttore creativo di Moschino ha dimostrato ancora una volta di essere uno degli stilisti più irriverenti della storia della moda grazie alla sua collezione “Headlines”: scritte in bianco e nero come quelle dei giornali con parole come “scandal” e “The End is Near” tracciate su indumenti bianchi e neri dallo stile punk, abbinate ad anfibi Dr Martens.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Jeremy Scott (@itsjeremyscott) on

Il mondo delle spie di Zimmermann

“Stavo riflettendo sul mondo dello spionaggio e mi sono imbattuto nella storia di Nancy Wake, cresciuta in Australia e diventata spia in Europa durante la Seconda Guerra Mondiale. Conosciuta come White Mouse (topo bianco) perché difficile da prendere, la Wake è diventata una figura chiave della Resistenza francese, aiutando centinaia di persone perseguitate a scappare e in seguito lavorando per gli Alleati. Per me il mondo delle spie evoca un’atmosfera di sotterfugi e sabotaggi” ha affermato la creative director di Nicky Zimmermann.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by ZIMMERMANN (@zimmermann) on

E riguardo allo streetstyle della New York Fashion Week?

Cosa indossare a New York? Cosa indossare a New York quando c’è la settimana della moda? Queste due domande da sole darebbero vita a incubi su incubi sul proprio guardaroba, tuttavia dando un’occhiata a ciò che si indossa per le vie di New York, sembra tutto dannatamente disinvolto. Come questa tuta oversize carinissima, completamente ricoperta di…. Indovinate? Tulle!

 

View this post on Instagram

 

A post shared by only 1 copy (@only1copy) on

Sembra un abbigliamento da indossare a metà febbraio? No, ma Aimee Songs deve preoccuparsi di essere alla moda, non pensare alla temperature e al fatto di rischiare il congelamento. Questi stivali e quella gonna sono il simbolo dello streetstyle avvistato alla New York Fashion Week: urban, elegante e femminile.

 

View this post on Instagram

 

A post shared by Aimee Song (@songofstyle) on