Libri

I migliori libri di Charles Bukowski: romanzi e poesie che tutti i Millennial dovrebbero leggere

09.12.2018

Con oltre 4.500 poesie e storie a suo nome, Charles Bukowski è probabilmente una delle voci più influenti del 21° secolo. Nato in Germania nel 1920, Charles Bukowski iniziò a scrivere all’età di 24 anni: i suoi genitori si trasferirono con tutta la famiglia negli Stati Uniti quando aveva solo 10 anni. Da adolescente ‘immigrato’, Bukowski era timido e, come racconta nel libro autobiografico Panino al prosciutto, fu spesso vittima di un padre violento. Durante la sua vita ha avuto diverse epifanie, la più grande è stata probabilmente la scoperta dell’alcol, uno dei suoi argomenti preferiti insieme alle donne e alla vita degli americani poveri. La sua vita, infatti, non è mai stata particolarmente ‘fortunata’; prima ha trascorso del tempo in prigione con l’accusa di renitenza alla leva. Poi nel 1954, ha subito un’emorragia interna e ha trascorso diversi giorni in ospedale lottando tra la vita e la morte.

Tra i suoi libri, sei in totale, e le molte storie e poesie che ha scritto, abbiamo selezionato e fatto una classifica dei migliori libri di Charles Bukowski e delle sue poesie più belle che ogni Millennial dovrebbe leggere oggi.

I migliori libri di Charles Bukowski

Factotum (1975)

Factotum è il secondo romanzo scritto da Bukowski e segue le vicende del suo alter ego Henry Chinaski su e giù per gli Stati Uniti alla ricerca di un senso alla sua vita dopo che viene respinto dal servizio militare obbligatorio e cade in un circolo vizioso tra bar, donne e disoccupazione. Tra i libri di Charles Bukowski, Factotum è leggermente più dark dei suoi altri lavori.

Donne (1978)

Nei libri di Charles Bukowski Henry Chinaski viene principalmente raffigurato come uno sbandato, l’epitome del fallimento, ma in Donne Bukowski conferisce al suo alter ego la vita di un poeta acclamato e si concentra sulle sue avventure amorose. Provate a leggere Donne e reinterpretarlo sotto la prospettiva #metoo, visto che allora Bukowski è stato tacciato di misoginia.

Hollywood, Hollywood! (1989)

Probabilmente tutti vi sarete trovati a prendere parte alla tanto dibattuta questione ‘il libro è meglio del film’, ma all’interno del suo quinto libro Charles Bukowski riesce a coniugare perfettamente le due cose: infatti in questo libro parla della sua esperienza di lavoro al fianco di un regista per la realizzazione del film Barfly, usando come nei suoi altri romanzi il suo alter ego Henry. È uno dei libri più divertenti di Charles Bukowski.

Panino al prosciutto (1982)

Considerato uno dei migliori libri di Charles Bukowski, Panino al prosciutto vede Henry Chinaski crescere nella società dura e spietata che si era sviluppata sotto la Grande Depressione. Raccontando alcuni dei momenti più intimi e tragici della sua vita, Bukowski riesce a condire queste pagine con incredibile ironia e spirito, due delle caratteristiche predominanti della sua scrittura.

Post Office (1971)

Questo è il primo libro di Charles Bukowski ed è considerato il suo miglior romanzo. Comincia con la frase ‘È iniziato come un errore’ e questa volta è la sua vita come impiegato presso l’ufficio postale di Los Angeles a venir ‘documentata’ dal suo alter ego. Raccontata in prima persona, quest’opera affronta con geniale umorismo la vita cinica che Chinaski sta costruendo con le sue stesse mani.   

I migliori libri di poesia di Charles Bukowski

Poesie: 1955-1973 (1974)

Questa è la prima grande raccolta di poesie di Bukowski, un ensemble di alcuni dei suoi ‘versi liberi’ più famosi. I suoi messaggi sono astratti ma mai oscuri:

Non ce ne saranno più, né distaccate, né di altro tipo,

ci saranno sempre soldi e puttane e ubriaconi

fino all’ultima bomba

Le poesie dell’ultima notte della Terra (1992)

La raccolta finale di poesie scritte da Bukowski mentre era ancora in vita – ci sono tantissime poesie postume che sono state pubblicate dopo la sua morte nel 1994. Le poesie dell’ultima notte della Terra è la raccolta dove conosciamo il lato più vulnerabile di Bukowski.

Confessione

Aspettando la morte

come un gatto

che sta per saltare sul letto

Tutto il giorno alle corse dei cavalli e tutta la notte alla macchina da scrivere (1986)

In questo libro di poesie di Charles Bukowski verrete trasportati nell’infanzia e tra i gatti dello scrittore da un lato inaspettatamente meno cinico e duro.

it seemed to me that I had never met
another person on earth
as discouraging to my happiness
as my father.
and it appeared that I had
the same effect upon
him


― Charles Bukowski, Tutto il giorno alle corse dei cavalli e tutta la notte alla macchina da scrivere

L’amore è un cane che viene dall’inferno (1977)

Cos’è l’amore e come affrontarlo? Le risposte di Bukowski si trovano in L’amore è un cane che viene dall’inferno, una raccolta di poesie della metà degli anni settanta.

I loved you like a man loves a woman he never touches, only writes to, keeps little photographs of.


― Charles Bukowski, Love Is a Dog from Hell

The People Look Like Flowers At Last (2007)

Pubblicato molto tempo dopo la sua morte, questo libro di Charles Bukowski è probabilmente uno dei migliori da leggere: una riflessione sulla morte di uno degli scrittori più significativi di tutti i tempi, uno, che, anche se non vivo, può ancora influenzare il modo in cui potremmo vedere la nostra vita, l’amore, le dipendenze e la morte.

a good human being may save the world
so the bastards can keep creating art
if you read this after I am long dead
it means I made it