Masters

Harry Styles – Style & Movie

19.09.2018

Harry Styles: prima One Direction Man, amato e idolatrato, a ogni latitudine, da ogni tipo di fan. Poi isolato solista, che esce con un singolo intitolato Sign of the Times, alla Prince. Infine, sul grande schermo, diretto da Christopher Nolan. Il ragazzo non conosce limiti.

“È il mistero che rende magiche le persone”

Così dice Harry Styles, ventitreenne di bell’aspetto, decisamente. La frase, detta da lui, assume un significato particolare, più intenso. Harry Styles è stato per cinque anni una sorta di divinità vivente, con la sua band, gli One Direction. Strano dunque che proprio un idolo cantante, assediato perennemente da fans disposti a tutto per lui, reputi “il mistero” la fonte della “magia”. La sua vita, dal 2010 al 2015, ha avuto ben poco di “misterioso”. Poi qualcosa, nel meccanismo contorto e perverso del ritmico scorrere della vita da rockstar (successo-soldi-fama-idolatria-concerti-inseguimenti-fughe-hotel- limousine-backstage-afterparty-dituttoedipiù) si è inceppato. Verso la fine del 2014 Harry Styles ha iniziato a sentire che il vestito degli One D gli andava stretto. Agosto 2015 segna l’ufficiale start della pausa della band. Harry Styles, a questo punto, si isola, si estranea, si congeda. E si prepara a rinascere.

Harry Edward Styles nasce la prima volta nel Worchestershire.

Harry Edward Styles nasce la seconda volta a Port Antonio, Giamaica, nello studio di registrazione Geejam.

Qui è stato concepito il suo disco da solista: Harry Styles è il titolo.

E non poteva essere altrimenti.

Il passato è bruciato, alle spalle.

Il futuro è in arrivo, veloce.

Il presente è sincero, e porta nome e cognome.

Il bruco degli One Direction ha aperto le ali, diventando la farfalla Harry Styles.

E ha preso il volo, letteralmente. Come nel video del singolo Sign of the Times.

Un post condiviso da Harrystyles (@harryandniall___) in data:

Il volo intrapreso da Harry, dopo l’interruzione forzata degli One D, lo ha portato ad esplorare anche altre strade, oltre a quelle musicali. E da queste esplorazioni è nata la partecipazione di Harry, in qualità di attore, al film Dunkirk, diretto da Chris Nolan, un regista molto innamorato del mistero, in tutti i suoi aspetti.

Magicamente, improvvisamente, tutto torna.

“È il mistero che rende magiche le persone”