Culture

Harpastum: la forma di calcio più antica e brutale che bisogna conoscere per capire davvero lo sport

21.05.2018

Il Calcio Fiorentino deriva dall’Harpastum, una forma di sport di squadra giocato dagli antichi romani. Significa letteralmente “palla strappata” e vogliamo mostrarvi come questo sport brutale rappresenta l’anima ancestrale di molti sport – e perché ne vorremmo altri simili.

 

Dall’MMA al calcio professionale, il Calcio Fiorentino è la versione legalizzata di tutto ciò che c’è di brutale negli altri sport

Sapere che questo tipo di calcio deriva da uno “sport” praticato dai romani può già farci capire un paio di cose: veniva praticato dai gladiatori. Brutale, violento e soprattutto, legale. Si dice che intrattenere la popolazione con schiavi che si uccidevano a vicenda in una grande arena fosse il modo migliore per controllare un’intera civiltà.

 

Poi è stata inventata la TV.

 

Ma lo spirito dietro a queste forme di sport è ciò rende lo sport così affascinante per tutti. Il Calcio Fiorentino è il punto da cui partiremo, perché non solo mantiene le regole tradizionali della versione romana, ma anche i costumi.

Le regole non sono ufficiali e dal 16° secolo il Calcio Fiorentino ha subito diverse modifiche, è una sorta di rugby, giocato con una palla rotonda, in cui i giocatori combattono in stile MMA per far avanzare la palla. Si gioca sulla sabbia e le partite durano 50 minuti, con una line-up di 27 giocatori per squadra.

Più che per una questione di intrattenimento, il Calcio Fiorentino è stato riportato in auge per la sua anima storica: nel 1490 si giocò una partita sul fiume Arno a Firenze su acque completamente ghiacciate e persino i Papi ci giocavano nella Città del Vaticano. Se un tale sport esiste e continua a vivere, è perché è la quintessenza di tutti gli altri sport. Non stiamo scherzando.  O almeno per le caratteristiche che ci fanno apprezzare alcuni sport piuttosto che altri.

MMA – arti marziali miste: violenza sanguinosa

Se ci pensate bene, l’MMA ha recentemente raggiunto apprezzamento e copertura televisiva globale e non stiamo dicendo che se vi piace guardare persone (o essere una di loro) che fanno tutto ciò che è in loro potere per mettere al tappeto l’altro con pochissime restrizioni, avete la mente di un criminale. Piuttosto il contrario. E’ la ragione per cui gli sport sono nati.

L’MMA spiega da sé la ragione che sta dietro all’esistenza degli sport nel mondo.

 

Non dimentichiamoci inoltre che i giochi olimpici antichi (risalenti al 776 AC) includevano il pugilato: una forma di violenza legalizzata usata dalle città-stato per stabilire il loro dominio e un modo per diffondere il dominio ellenico nel Mediterraneo.

E cosa dire del rugby? E’ lo sport più nobile, in cui sicuramente calci e pugni non sono permessi, ma mantiene comunque, per i non intenditori, l’aspetto goliardico e fisico. Il rugby ci piacerebbe così tanto se non ci fossero le mischie?

L’hockey su ghiaccio d’altro canto ha un aspetto violento che emerge quando l’azione prende il via. Non è raro vedere i giocatori togliersi caschetto e guanti per ‘sistemare le cose’. Guardereste l’hockey se non ci fossero questi ‘extra’?

Ultimo ma non meno importante. Il calcio.

La caratteristica predominante del calcio non è la violenza, i giocatori infatti non possono fare molto per fermare l’avversario come succede nel rugby. Ci sono infortuni, alcuni più volontari di altri, ma questa non è la ragione che ci riporta al Calcio Fiorentino. La ragione è incarnata dalle persone che lo guardano: perché lo guardano, perché è uno degli sport più famosi e redditizi del mondo.

 

Qualcuno* disse La religione è l’oppio dei popoli

E se dicessimo Gli sport sono la dopamina dei popoli?

*Karl Marx