Musica

D360 Sound drops: Lauryn Hill

09.10.2018

Sono passati 20 anni dall’ultima uscita di una delle rapper più iconiche di sempre: nonostante ciò, nel 2018 Lauryn Hill celebra The Miseducation of Lauryn Hill con un tour mondiale. Vogliamo scoprire cosa permetta ad un’artista di entrare e uscire dalla sua lunghissima carriera e riuscire ancora a esibirsi con le sue canzoni leggendarie, quando la scena musicale ha ben poco da condividere con il livello di artisticità che ha portato nel mondo.

Ha 43 anni. Non è su Instagram. Non fa musica nuova da 20 anni. E’ sempre in ritardo. Ha cancellato un sacco di concerti. Ha rimosso artisti dalle sue headline.

“A causa di imprevisti, alcune date del The Miseducation of Lauryn Hill 20th Anniversary Tour sono state posticipate o cancellate. Per i concerti posticipati, i biglietti saranno validi per la nuova data in programma.”

 

Così ha dichiarato Live Nation dopo che la cantante ha cancellato alcune delle date del suo World Tour 2018.

Vi sembra un’artista in declino?

Vi sbagliate. E’ tornata a dare una lezione al mondo.

E’ infatti riuscita a dare una spolverata al suo unico (considerando il suo MTV Unplugged 2.0 del 2001) album da solista di successo aggiungendo contaminazioni da generi diversi, creando una performance unica ogni volta.

L’ex membro dei Fugees oltre a essere la prima artista donna nera ad aver dato un contributo all’interno dell’industria della musica rap, è famosa per essere ritardataria – una cosa a cui i suoi fan hanno fatto il callo nel corso degli anni. Una volta ha fatto aspettare il suo pubblico per più di due ore: quando poi si è presentata, ha suonato solo per 40 minuti per via del rigido regolamento sulla musica live nelle ore notturne.

Quindi cos’è che rende Lauryn Hill una grande artista nonostante tutto?

Per prima cosa 12 milioni di persone hanno comprato il suo album. E’ stata dichiarata una delle più grandi MC di sempre.

Da quel successo però, è praticamente sparita. Chiamatela ‘tipica crisi dell’artista’, ma la sua sparizione è stata cruciale per la sua carriera.

Se The Miseducation of Lauryn Hill l’ha resa una delle più grandi MC di sempre, non è mai diventata una J.Lo, o una Beyonce o una Rihanna.

Avrebbe voluto diventarlo?

Assolutamente no. Ha detto a chiare lettere che ‘essere perfetta’ tutto il tempo per andare a fare la spesa sotto casa non era facile, era troppo. Dopotutto non ha mai voluto quello status di celebrity. Quindi è sparita.

20 anni dopo è tornata con sound nuovi nello stesso album che ha registrato al Tuff Gong Studio in Giamaica, album che prende il nome da The Mis-Education of the Negro (1933) e dal film The Education of Sonny Carson. Dopo il tour con i Fugees è stato probabilmente l’imprenditore giamaicano a cambiare la vita e la carriera di Lauryn Hill. Poco dopo ha scoperto che aspettava un figlio e sembra che sia stata proprio la gravidanza a ispirare l’album, quello che le è valso 5 Grammy Award ai 41° Grammy Awards.

All’epoca i featuring nel suo album vedevamo nomi come Mary J.Blige, Carlos Santana e un allora sconosciuto John Legend. Nel 2018 ha chiamato headliner della scena musicale di oggi come M.I.A., A$AP Rocky, Nas, Big Boi, Santigold, SZA, Dave Chappelle e Busta Rhymes: questi artisti sono tra i vari ospiti attesi durante il tour, anche se Santigold è stato poi rimosso dalla lista.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Woolrich (@woolrich) in data:

Ancora non abbiamo capito bene come sia riuscita a fare tutto questo, specialmente senza fare nuove canzoni. Probabilmente la risposta sta in una delle dichiarazioni di Lauryn Hill:

 

L’Hip-Hop non è solo musica, è anche un movimento spirituale dei neri! L’Hip-Hop non può essere considerato una tendenza!