Style

Cura della barba: suggerimenti per avere una barba perfetta nel 2018

07.03.2019

La cura della barba può essere un compito scoraggiante per molti: se ‘Da dove parto?’, ‘Qual è lo stile di barba giusto per me?’ e ‘Quale tipo di barba dovrei farmi crescere per stare al passo con le ultime tendenze?’ sono domande che vi chiedete studiandovi allo specchio, questi sono i nostri migliori suggerimenti per una barba perfetta. Di moda dal 2013, la barba è ricomparsa sui volti maschili di ogni tipo e forma: la chiave per una barba perfetta nel 2018 è quella di personalizzare uno degli stili di barba più in voga. Così, invece che lunghi e folti, preparate le vostre forbici per dei baffi moderni.

Un post condiviso da Moustache Style (@moustachestyle) in data:

Barba corta e baffi

Facile da far crescere e mantenere, la barba corta è una delle scelte migliori. È perfetta se non hai una barba fitta ed è appropriata anche in contesti aziendali. Inoltre accentua la linea della mascella, dandovi un aspetto più maschile. Abbinatela a baffi folti e la mascella risalterà ancora di più: ricordatevi che i baffi da soli sono uno stile completamente diverso, perciò abbinateli a una barba corta per un aspetto più bilanciato. Tutto quello che vi serve è un regola barba e delle forbici. Suggerimento: ricordatevi di non tagliare troppo i baffi quando sono bagnati perché quando si asciugano solitamente finiscono per accorciarsi leggermente.

Ducktail style

Nonostante il nome strano che allude a code d’anatra, questo è uno stile di barba che aggiunge professionalità a uno stile maschile e rude. Come ottenere una barba Ducktail? Nessun volatile coinvolto,  è necessario invece partire da una base di barba folta per ottenere questo sofisticato look alla Mel Gibson: non c’è bisogno di avere la barba lunga, una barba di almeno 2-4’’ è sufficiente, poi si tratta solo di regolarne i lati e di dare forma alla parte centrale con un po’ di olio e balsamo. Suggerimento: lo stile Ducktail è adatto per la maggior parte dei visi ma, siccome allunga il mento, non è lo stile giusto per chi ha un viso lungo e stretto.

Un post condiviso da Mel Gibson (@melgibson1956) in data:

Un post condiviso da The World Of Beardedmodal™ (@beard_model_) in data:

Ordinato sbarazzino

A un primo colpo d’occhio questo stile suggerisce rudezza, ma il trucco è che la mascolinità e la foltezza di questa barba vengono bilanciate dalle linee ordinate sopra le guance e sotto il collo, che va tenuto rasato. La cura della barba ordinata e sbarazzina è molto semplice: trattate la parte ‘trasandata’ con un buon olio e il gioco è fatto. Suggerimento: la linea di demarcazione ideale per la rasatura è dove il collo incontra la testa, stando attenti a non oltrepassarla.

Pazienza

In generale, la parola chiave per quanto riguarda la cura della barba è ‘pazienza’, e ce ne vuole tanta, in quanto può richiedere tempo e i risultati possono essere lontani dalle vostre aspettative. Uno dei problemi più comuni è quello di avere una barba disomogenea. Potete provare molti prodotti disponibili sul mercato che promettono una barba folta e omogenea, ma la soluzione migliore è quella di curare al meglio la barba che avete e a darle uno stile, anche se presenta zone poco folte.

Noi vi abbiamo dato alcune idee per la cura della barba, ora sta a voi farle vostre!

Il pizzetto

Stile iconico degli anni ’90, anche il pizzetto è tornato di moda tra i diversi stili di barba. E’ la scelta di più facile gestione ma bisogna attenersi a poche piccole regole per non sbagliare e sembrare una capretta, non volevamo offendervi, in inglese pizzetto si dice proprio goatee, da goat, capra. Innanzi tutto guardatevi allo specchio, se avete un viso squadrato con mascella pronunciata dovreste optare per la combo pizzetto e baffi (Brad Pitt è il modello per eccellenza per questo stile), se invece avete un viso tondo dovrete avere un po’ di pazienza e far crescere un pizzetto più folto. In caso invece il vostro viso sia di forma allungata vi consigliamo di tenervi alla larga dal pizzetto e optare per un altro stile di barba che non rischi di creare un effetto troppo allungato del viso, come la barba folta e sbarazzina.

Gli attrezzi da avere per la cura della barba

Oltre che a sapere cosa fare e come farlo, dovreste anche recuperare gli strumenti essenziali per la cura della barba: non c’è bisogno di spendere un patrimonio in attrezzi costosi, seguite i nostri suggerimenti e non sbaglierete.

  1. Pettini: usate un pettine a denti extra larghi se avete una barba riccia o moto fitta. Per i baffi invece avrete bisogno di un pettina a denti extra sottili per facilitare l’allineamento. Il suggerimento qui è di evitare di usare lo stesso pettine dato che i residui di prodotto sui denti possono influenzare le proprietà di tenuta degli altri prodotti.
  2. Un paio di piccolo forbici con una punta micro seghettata è ciò di cui avete bisogno dato che delle normali forbici per capelli non saranno in grado di tagliare attraverso dei peli più duri e ribelli come quelli della barba.

Un post condiviso da Eric Loffland (@folkwolf) in data:

2. Regola barba: se state cercando di ottenere un look barba corta, un rasa barba potrebbe esserti d’aiuto per rifinire gli eccessi anche quotidianamente. Un regola barba è inoltre molto utile per definire le linee delle guance e del collo.

3. Spazzola per barba: non pensateci nemmeno ad usare la spazzola per capelli della vostra ragazza, non funzionerà, quando si tratta di spazzole per la barba, le setole fanno la differenza. E quelle fatte di pelo di cinghiale vi faranno ottenere dei risultati migliori rispetto a quelle in materiale sintetico.

Se bello vuoi apparire…

Non solo attrezzi. La cura della barba prevede anche l’uso di prodotti ad hoc che vi permetteranno di sfoggiare una barba perfetta. Se sono ormai almeno 10 giorni che avete deciso di sbarazzarvi del rasoio, è ora che corriate ai ripari e chiedete in negozio o al vostro barbiere di fiducia un buon olio da barba. Idratando il pelo, vi regalerà una barba più lucente e morbida. Se invece è da più tempo che ‘coltivate’ la barba, che ormai ha raggiunto almeno i 5 centimetri, entra in gioco il balsamo, ottimo perché nutrendo e districando il pelo vi aiuterà a creare il vostro styling, che poi potrete rifinire con qualche goccia di olio per ottenere l’effetto bagnato.