Points of view

Come la coreografa K-Pop Lia Kim sta ispirando milioni di persone a ballare in tutto il mondo

23.12.2018

Vi è mai capitato di cercare una canzone su YouTube e ottenere come risultato solo pagine e pagine di video di danza? Se poi avete provato ad aprirne uno, con tutta probabilità avrete già sentito parlare dello studio di danza 1 Million, il fenomeno dance sudcoreano che conta più di 12 milioni di iscritti e quasi 3 miliardi di visualizzazioni. Se, invece, il nome vi è nuovo… Beh, fareste meglio a farvi subito un giro su Google. Vi chiedo solo di non incolpare me quando vi ritroverete in fissa da mesi con il loro canale YouTube. Perché questi video possono dare seria dipendenza – siete avvisati.

Fondato da Timon Youn e dalla coreografa e celebrità Lia Kim nel 2014, questo studio di Seoul, inizialmente piccolo, si è poi affermato come uno dei nomi più prestigiosi nell’industria della danza. Si avvale, ad oggi, di uno staff di 40 professionisti tra cui coreografi, assistenti di studio e videografi, solo per dirne alcuni. Ma quel che stupisce di più, forse, è proprio il numero di studenti che lo visitano in media ogni giorno. «Più di 300», secondo Jung-Min Yu, manager dello studio. E non c’è limite alle tipologie di persone che lo frequentano. “A quanto ricordo, lo studente più giovane che abbiamo avuto aveva 9 anni. Il più vecchio, 45″.

Ed è proprio così: chiunque sia mai stato nello studio di Gangnam sa che l’atmosfera che vi si respira somiglia più a quella di una festa internazionale, che di un corso di danza. Nel tempo passato in fila ad aspettare l’inizio della propria lezione, infatti, può capitare di sentir parlare inglese, giapponese, cinese e persino francese con le stesse probabilità di sentire la lingua locale. Dunque, cosa rende il 1 Million tanto irresistibile da attrarre un pubblico così ampio da tutto il mondo?

Non ci sono segreti particolari dietro la nostra popolarità. La danza è un linguaggio universale, afferma Yu; “siamo in grado di comunicare, e penso sia questo il motivo principale del nostro altissimo numero di iscritti. O forse dipende dal talento del team creativo dietro i loro video.

Abbiamo Lia Kim, coreografa capa e regina del popping, che insegna agli studenti le sue coreografie originali create per alcune delle maggiori popstar coreane, come Sunmi, Twice o le Wonder Girls, da poco in pensione. C’è anche la popolarissima Mina Myoung, con i suoi balli sexy ed energici; Yoojung Lee, che riesce a mettere a punto coreografie solari, leggere e al tempo stesso incredibilmente potenti; o May J Lee, che con la coreografia di Worth It ha dominato per settimane di fila le classifiche di YouTube. Quanto agli uomini, abbiamo Eunho Kim, che ha abbastanza swag da competere con Migos; Koosung Jung, famoso per la precisione e pulizia dei suoi passi; e ancora Junsun Yoo, che mette un certo tocco b-boy in ogni suo lavoro. E questi sono solo alcuni dei 20 coreografi che attualmente insegnano al 1 Million Dance Studio. Ogni istruttore, inoltre, ha il proprio stile unico; perciò, come potete vedere, ce n’è per tutti.

Ma non lasciatevi ingannare dai ballerini incredibili che vedete sul vostro schermo. 1 Million è anche un porto sicuro per chiunque voglia semplicemente imparare cose nuove ed esplorare generi sconosciuti, inclusi i principianti che non hanno mai ballato prima. Di fatto, in media due delle cinque lezioni giornaliere sono dedicate proprio al livello beginners, una cosa cui la fondatrice Lia Kim ha sempre tenuto molto. “Quando penso a cosa voglio fare nel mio futuro, capisco che la mia intenzione è quella di incoraggiare le persone a ballare: non solo i professionisti, ma letteralmente chiunque, indipendentemente da nazionalità, età e sesso dichiara lei stessa sul proprio canale YouTube; tutti possono godersi il bello della danza, insieme. Voglio creare un 1 Million dove questo sia possibile”. E la sua filosofia ora è dappertutto, grazie a internet. Digitando l’hashtag #1MillionDanceStudio su Instagram, vi appariranno migliaia di video di fan sulle coreografie dei loro istruttori preferiti.

Ne hanno fatta di strada, dal loro primo video. Hanno prestato la loro arte a campagne pubblicitarie per marchi di punta come Nike, Puma e Desigual, oltre a collaborare con alcune delle realtà musicali coreane più quotate, sempre insegnando ai fan di tutto il mondo le loro routine, diventate dei classici.

Dalle parole ormai famose di Lia Kim, Il nome 1 Million l’ho scelto perché il mio obiettivo era quello di riunire un milione di persone nel nostro studio”. Penso che si possa proprio dire che ce l’hanno fatta. Ora, se volete scusarmi, ho una lezione di danza che mi aspetta.