Style

Colori fosforescenti, Moon Boot e cinghie di pelle: gli outfit del Burning Man 2018

15.03.2019

Il Burning Man sta per infiammare Black Rock City nel Black Rock Desert in Nevada: il 1° settembre migliaia di persone parteciperanno al rituale, evento, raduno più mistico – non chiamatelo festival – a cui il mondo abbia mai assistito. Daremo un’occhiata a cosa indossano i Burner di tutto il mondo, mostrandovi gli outfit più eccentrici del Burning Man.

 

Ma prima, se non siete pratici del Burning Man, ecco alcune informazioni essenziali:

Un post condiviso da Burning Man (@burningman) in data:

Burning Man: Quando

 

Domenica 26 agosto – Martedì 4 settembre

 

Burning Man: Motto

 

A city in the desert. A culture of possibility. A network of dreamers and doers

Ora, per capire veramente perché i Burner partecipano all’evento nel modo in cui vi mostreremo in poche righe, dovete conoscere i Principi su cui il fondatore Larry Harvey ha creato il Burning Man. Ecco i due principi più rappresentativi dello stile di vita che i partecipanti sono disposti ad adottare durante la settimana dell’evento.

Un post condiviso da Burning Man (@burningman) in data:

Un post condiviso da Burning Man (@burningman) in data:

Burning Man: Alcuni dei Principi

Demercificazione
Al fine di preservare lo spirito del dono, la nostra comunità cerca di creare ambienti sociali liberi da sponsorizzazioni commerciali, business o pubblicità. Siamo pronti a proteggere la nostra cultura da tale sfruttamento. Ci rifiutiamo di sostituire l’esperienza partecipativa con il consumismo.

Autosostentamento radicale
Il Burning Man incoraggia l’individuo a scoprire, esercitare e contare sulle proprie risorse.

Capito? Ora, abbiamo visto principi filosofici simili proclamati come rivelazioni in altri – permetteteci – festival musicali, primo tra tutti il Tomorrowland, scoprite di più leggendo qui.

Il punto è, penserete che un evento così ‘radicale’, parola chiave e pietra miliare su cui il Burning Man è stato concepito negli anni ‘80, sia gratis.

Ai suoi esordi era proprio così: oggi il costo per partecipare al Burning Man vicino al guru della tecnologia Elon Musk – e al suo camper lussuoso – è di 475$.

Aggiungete il costo degli outfit che dovrete comprare per adeguarvi al resto della ‘comunità’ – ovviamente all’insegna del dare e della generosità – e dovrete sborsare circa 2,348$.

Ma, una volta fatta questa spesa, entrare al Burning Man è un’esperienza che vi cambierà (o scambierà) la vita. Infatti non servono soldi in quei 5 chilometri quadrati di deserto dove accadono cose come lo spanking yoga, le corse su veicoli mutanti e orge.

Vi verranno offerte cose, ma portate sempre dell’acqua con voi. E comprate una bicicletta, camminare per tutte quelle miglia nel deserto non è il modo di viversi al meglio il Burning Man.

Un post condiviso da Shawn Orton (@skywildphotography) in data:

Un post condiviso da Burning Man (@burningman) in data:

Tema Burning Man 2018: Io, Robot

 

I robot e l’intelligenza artificiale ci pongono sfide a cui non siamo mai riusciti a rispondere come specie, anche quando le sfide erano ovvie.

Perché vedrete persone vestite come in un film post-apocalittico? Adoro Interceptor e se fosse reale, vorrei andarci. Dagli occhialoni agli stivali e ai cappotti pesanti, tutti gli outfit del film sono in qualche modo riconducibili a come si vestono i Burner per affrontare la temperatura e la polvere del deserto.

‘Travestimenti’ funzionali: se al Coachella abbiamo principalmente visto shorts in denim, canottierine e copricapo di fiori, il Burning Man è un’altra cosa. Non ve la caverete con maxi dress in stile anni ‘70 e treccine. Per diventare un Burner, dovete spogliarvi del vostro pudore, perché non indossare nulla è uno degli ‘outfit’ più comuni del Burning Man.

Un post condiviso da FESTMATE (@festmate) in data:

Un post condiviso da Vibette (@vibette) in data:

Mettete in valigia la crema solare e make up luminescente oltre a bikini, shorts in pelle e tutti gli accessori necessari per creare outfit mozzafiato. Potreste ispirarvi ai cyborg, o a Milla Jovovich in Resident Evil: Extinction.

Oltre a menzionare la miriade di installazioni artistiche e performance da cui verrete travolti, vogliamo ricordarvi di mettere in valigia un cappello. Un cappello da cowboy o un cilindro, scegliete voi, a patto che possiate abbinarlo al deserto e a tutti i vostri preziosi outfit.

Un post condiviso da Shiva Rea (@shivarea108) in data: