Film e serie tv

Cast tutto al femminile per Ocean’s 8: una questione di femminismo o di budget?

11.06.2018

11 anni dopo l’ultimo capitolo degli Ocean’s, un cast interamente femminile è appena uscito nelle sale negli States  in uno dei revival più significativi del 2018.

 

Un post condiviso da badgalriri (@badgalriri) in data:

Con un cameo stellare di attrici, Ocean’s 8 è uscito nelle sale americane l’8 giugno: non ci soffermeremo sulle varie recensioni che ha già ricevuto – stiamo parlando di un Ocean’s, non di La ricerca della felicità.

La parte più interessante di questo spin-off di Ocean’s 11 è questa rosa di nomi:

Sandra Bullock, Cate Blanchett, Anne Hathaway, Helena Bonham Carter, Rihanna, Mindy Kaling e Sarah Paulson.

Ora, volete davvero sapere qual è la notizia bomba a proposito di questo spin-off? Il fatto che rispetto a tutti gli altri Ocean’s, il budget per Ocean’s 8 è il più basso di tutti.

2001: Ocean’s Eleven $85 milioni

2004: Ocean’s Twelve $110 milioni

2007: Ocean’s Thirteen $85 milioni

Il budget di Ocean’s 8 ammonta a soli $75 milioni. Ora, lungi da noi tirare conclusioni affrettate, ma è nella nostra natura chiederci, e magari chiedere anche a voi, su cosa si basi la scelta di un cast tutto in rosa.

Forse una scelta motivata dalla necessità di risparmiare sul cast? O magari è stata una produzione più economica in generale?

La sceneggiatrice di Ocean’s 8 ha dichiarato in un’intervista con IndieWire:

Amo i film che trattano le giovani donne e le giovani protagoniste con rispetto e che raccontano di giovani protagoniste che hanno rispetto per se stesse, che sono indipendenti, che sono responsabili delle proprie scelte e che agiscono

Siamo sicuri che il suo proposito sia genuino e probabilmente è anche riuscita nel suo intento. Tuttavia non possiamo non chiederci se anche Hollywood non sia esente dal gender pay gap. Possiamo concordare tutti col fatto che George Clooney farebbe sforare quel budget, il suo cache è probabilmente tra i più alti che ci siano: non è un mistero che gli attori vengano pagati in modo diverso l’uno dall’altro.

La domanda è: le attrici vengono pagate meno, punto e basta?

Per rispondere a questa domanda dovremmo mettere a confronto gli attori più pagati nel 2018. Un attimo, la CNBC ha già fatto questa stima e noi siamo rimasti alquanto scioccati dai risultati. Anche se in realtàci aspettavamo di trovare principalmente attori uomini nelle prime 10 posizioni, con i $68 milioni di Mark Wahlberg seguito dai $65 milioni di Dwayne Johnson.

Il problema è dove si posizionano le donne.

Questo potrebbe bastare a capire dove vogliamo andare a parare.

Un post condiviso da Anne Hathaway (@annehathaway) in data:

La prima donna che compare in classifica è solo in 15esima posizione: Emma Stone con $26 milioni. 68 milioni contro 26. Vuol dire che la donna più pagata a Hollywood vale meno della metà dell’uomo più pagato nello stesso settore.

Ora, questo non vi fa pensare che un cast tutto al femminile sia sicuramente una scelta intelligente presa per cavalcare l’onda femminista che abbiamo visto dominare nel mondo della musica, moda e social media ma anche una scelta intelligente da un punto di vista economico?

Non ci sono abbastanza emoji nel mondo per esprimere quanto quest’esperienza abbia significato per me né per esprimere quanto io sia felice di far parte di questo cast di Regine intelligenti, grintose e DIVERTENTI, quindi la farò semplice ????????
????????
❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️❤️
? #oceans8

Dice Anne Hathaway a proposito di uno scatto a Sarah Paulson e Sandra Bullock sul red carpet.

E il red carpet è probabilmente stato un’ottima fonte di ispirazione per Ocean’s 8, diretto da Gary Ross. Le rapinatrici di Ocean’s 8 hanno studiato un piano per colpire il Met Gala: da RiRi host del Met Gala 2018 a Cate Blanchett presidente della giuria di Cannes che ha conquistato il red carpet solo qualche settimana fa, Ocean’s 8 ha schierato queste star dall’altra sul fronte opposto.

In tutti i sensi.