Musica

Camila Cabello: da Havana a Spotify

13.07.2018

In un’industria musicale in cui c’è un nomignolo per certi artisti, ovvero  ‘SoundCloud rappers’ – per quei rapper che non riescono ad emergere – vi immaginate cosa significhi per un artista guadagnarsi il titolo di ‘Spotify’s most streamed song ever by a solo artist’?

 

Camila Cabello lo sa bene: con il suo singolo ‘Havana’ ha raggiunto immediatamente il mainstream globale, ancora prima che uscisse il suo intero album di debutto ‘Camila’.

A
post
shared
by
camila
(@camila_cabello)

on

Nata a Cojimar, nella parte orientale dell’Havana, a 21 anni ha raggiunto il tetto del mondo: come è successo? Com’è che il suo singolo Havana è diventato l’esportazione cubana di maggior successo dopo i sigari Cohiba?

Il tutto è iniziato nel 2012 quando Simon Cowell ha avuto una delle sue botte di genio e ha provato la sua mossa ‘One Direction’ creando le Fifth Harmony. Quello è stato il momento in cui si sono viste le prime performance di Camila Cabello, ma le cose non sono decollate come per i ragazzi del Regno Unito. Camila Cabello ha lasciato il gruppo – le cose sono andate in maniera un po’ strana – e da lì ha collaborato con diversi artisti, tra cui Shawn Mendes e Machine Gun Kelly.

A
post
shared
by
camila

(@camila_cabello)
on

PDT

Crying in the Club, il suo primo singolo come artista solista, scritto da Sia e Benny Blanco, non è stata un hit ed è stata lasciata fuori dall’album. Il singolo uscito nel 2018 ha visto lo zampino di Skrillex e Pharrell Williams, nel coro di ‘Havana’. L’album è stato ascoltato in streaming un miliardo di volte da febbraio.

 

Ecco il video di Havana con Young Thug:

A
post
shared
by
camila
(@camila_cabello)

on

Camila Cabello è in tour negli USA al momento e ha cambiato totalmente il suo look. Ha optato per un look goth. Pizzo nero, calze a rete e guanti senza dita. Non lo stile che ci si immaginerebbe per un pezzo intitolato ‘Havana’, quello che ci sia spetterebbe sono colori vivaci e volant. In un certo senso però, il look ‘dark’ che ha scelto si abbina bene alla solitudine/tristezza dei suoi testi sulle relazioni.

 

Something must’ve gone wrong in my brain
Got your chemicals all in my veins
Feeling all the highs, feeling all the pain
Let go on the wheel, it’s the bullet lane
Now I’m seeing red, not thinking straight
Blurring all the lines, you intoxicate me

Ma quest’identità è la sua uniforme da palcoscenico: se date un’occhiata al suo account Instagram vedrete un paio di statement di moda ricorrenti che dichiarano forte e chiaro qual è lo stile di Camila Cabello. Camila Cabello è sexy? La domanda dovrebbe essere: come si fa a essere sexy come Camila Cabello?

A
post
shared
by
camila
(@camila_cabello)

on

2018
at
6:03pm
PDT

A
post
shared
by
camila
(@camila_cabello)

on

2018
at
8:28am
PDT

Corsetti, corsetti e ancora corsetti. Camila Cabello li indossa quotidianamente. Corsetti in pizzo bianco e rosa sono abbinati a pantaloni neri e ad accessori come un choker di perle: il tutto crea un ensemble rock/cute, perfetto per valorizzare la sua figura minuta (è alta 1.57).

Capelli. Lucenti ciocche nere. A definire perfettamente lo stile di Camila Cabello. Da acconciature sciolte a raccolte, è come una rivista di hairstyle vivente, una di quelle che sfogliate un attimo prima che il vostro parrucchiere inizi a tagliare.

A
post
shared
by
camila
(@camila_cabello)

on

2018
at
4:42pm
PDT

Quale sarà il prossimo passo di Camila Cabello? Noi pensiamo che continuerà a fare musica di successo e a conquistare Spotify. Voi che dite?