Culture

Blogger minimalisti da seguire per riorganizzare la mente e la vita

26.10.2018

Vuoi vivere una vita migliore con meno? Sbarazzarti del superfluo e concentrarti sulle cose che sono veramente importanti per te? La parola che stai cercando è Minimalismo e dovresti davvero prenderti un attimo e dare un’occhiata ai migliori blogger minimalisti che esistono.

La metti mai quella camicia a scacchi che hai ancora nell’armadio dal 1995? Non preferiresti fare attività fisica la domenica mattina invece di fare la polvere nel tuo salotto straripante di oggetti? Quanti elettrodomestici da cucina usi davvero?

Intrigante, vero? Il minimalismo non è solo una moda passeggera ma piuttosto uno stile di vita che chiunque può adottare senza rinunciare ad avere le cose della vita che tutti vogliamo come una famiglia, i viaggi o una carriera di successo. Possedere meno, essere meno materialisti e rafforzare il nostro attaccamento ai valori e alle relazioni piuttosto che alle automobili e ai vestiti vi porterà sulla strada verso il minimalismo.

The Minimalists

L’ex dipendente aziendale a 6 zeri Joshua Fields Millburn e il mentore personale Ryan Nicodemus aiutano oltre 20 milioni di persone a vivere “una vita soddisfacente con meno”. Questo blog minimalista è assolutamente da seguire perché sul loro sito web troverai libri, podcast e documentari per aiutarti a raggiungere i tuoi obiettivi. Il loro 30-day minimalism game è geniale: un modo divertente con più giocatori per intraprendere il regime dell’ordine col piede giusto. The Minimalists sono comparsi sul New York Times, Wall Street Journal, Boston Globe, Forbes, TIME, ABC, CBS, NBC, BBC, CBC e NPR. Secondo loro “il Minimalismo è uno strumento per liberarsi dall’eccesso della vita per concentrarsi su ciò che è importante, in modo da poter trovare felicità, appagamento e libertà”.

Becoming a Minimalist

Joshua Becker è la mente di Becoming a Minimalist, un blog dedicato a invogliare le persone a un mondo sgombro e a insegnare loro una strategia per mantenere questo stile di vita. Dai un’occhiata ai loro post famosi, come ad esempio ‘10 motivi per sfuggire al consumismo eccessivo’.

Un post condiviso da Courtney Carver (@bemorewithless) in data:

Be More With Less

Pronti per una sfida di moda minimalista? Courtney Carver ha ideato una sfida con il suo Project 333 ‘simple is the new black’. La sfida è molto semplice, ma può essere difficile da affrontare: bisogna vestirsi con 33 pezzi (tra capi di abbigliamento, accessori, gioielli, indumenti per l’esterno e scarpe) o meno per 3 mesi.

Nomad’er How Far

Minimalismo, viaggi e fotografia si incontrano nei racconti di Taran sui suoi viaggi incredibili. In realtà si definisce un viaggiatore per lavoro e questo è il lavoro che ha iniziato dopo aver abbandonato ciò che i più definirebbero un lavoro di adulti, vendendo i suoi beni e saldando i suoi debiti. Con suggerimenti su come eliminare i tuoi debiti o come diventare un esperto di campeggio minimalista, Nomad’er How Far è il blog minimalista da seguire, ispirato da una vita su strada, uno stile di vita nomade in cui si accumulano esperienze ed emozioni piuttosto che oggetti inutili. Siccome ha intrapreso questa avventura all’insegna del minimalismo a soli 22 anni, il blog ha un enorme successo anche tra i Millennials.

Un post condiviso da Taran the wanderer (@nomaderhowfar) in data: